martedì 18 settembre 2018

RECENSIONE: TROPPE VOLTE VORREI DIRTI NO - SAMANTHA TOWLE


Titolo: Troppe volte vorrei dirti no

Autrice: Samantha Towle

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione:

Pagine: 198

TRAMA:
Sono stato abituato ad avere sempre il controllo della situazione. Fuori e dentro l’ufficio. Così quando i miei genitori hanno agito alle mie spalle, assumendo a mia insaputa un co-direttore per aiutarmi a gestire gli affari di famiglia… diciamo che non l’ho presa benissimo. Specialmente quando ho scoperto che la persona in questione è un’insopportabile conoscenza del college. Mi ha sempre giudicato un playboy viziato, ma lei non è altro che un’odiosa signorina so-tutto-io. E adesso è qui, nel mio ufficio, a insegnarmi come gestire la mia compagnia. Ho lavorato sodo per arrivare dove sono e non mi farò mettere da parte da lei perché mi giudica un donnaiolo impenitente. Devo solo riuscire a togliermi dalla testa le sue gambe mozzafiato… Ma sì, ce la faccio. E ormai ho deciso: la signorina Morgan Stickford imparerà presto che Wilder Cross è l’unico che comanda.



Cosa penso: 

Se siete alla ricerca di una commedia romantica e altamente sexy questo romanzo fa proprio al caso vostro e io lo consiglio a gran voce.
Troppe volte vorrei dirti no” è un romanzo stand alone di Samantha Towle e per me questa donna, dopo aver creato Jake Whaters e la serie The Mighty Storm, è una garanzia e proprio per questo mi sono buttata su questo romanzo totalmente alla cieca e assolutamente certa che non mi avrebbe delusa, ma che al contrario sarebbe stata un ottima lettura da ombrellone in queste giornate bollenti di fine estate e così, di fatto, è stato.
Essendomi  buttata su “Troppe volte vorrei dirti no” senza informarmi minimamente sul web, solo a lettura iniziata mi sono resa conto che la voce narrante dell’intero romanzo era il protagonista maschile e questa è sempre una caratteristica molto gradita, tanto gradita da far guadagnare immediatamente al libro mezzo punto in più. Del resto si sa, le storie narrate interamente da un pov maschile hanno una marcia in più se poi il narratore è un uomo deliziosamente sexy e arrogante come Wilder Cross ecco, che in un solo istante, io sono irrimediabilmente conquistata.
Amo il mio lavoro. E amo portarmi a letto una donna diversa ogni fine settimana. Posso godermi il sesso regolare senza le pretese e le complicazioni di una relazione, visto che ho sempre donne in abbondanza pronte a soddisfare le mie necessità. Tuttavia, non sono un bastardo egoista: mi piace assicurarmi che la donna che scopo si diverta. Altrimenti non vengo.
Ho fatto un sacco di sesso orale e l’adoro. Niente mi dà più carica che assaporare una donna per la prima volta.
La mia organizzazione è perfetta. Il sesso è riservato al fine settimana, perché gli altri giorni sono tutti per il lavoro, che viene sempre al primo posto. Non credo che le cose cambieranno molto presto, di certo non ora che subentro ai miei nella direzione dell’azienda.
Forse, in un lontano futuro – diciamo fra dieci o quindici anni – incontrerò una ragazza con cui vorrò una relazione vera, ma a essere del tutto sincero non mi sembra molto probabile.
E poi, sarebbe una tremenda ingiustizia nei confronti delle donne di Chicago se mi togliessi dal mercato. Ho un uccello troppo favoloso per dedicarlo a una sola. 
Wilder Cross è il figlio dei proprietari di Under Her, un famosissima casa di lingerie di classe. Il suo grande sogno è quello di diventarne, un giorno, il CEO ed è da tutta la vita che si impegna duramente per raggiungere il suo obiettivo e ora che i suoi genitori stanno per andare in pensione lasciandogli le redini dell’azienda sembra che il suo sogno stia per divenire realtà. Ma i suoi genitori la pensano diversamente, credono che la cosa migliore per l’azienda di famiglia sia quella di affiancare al loro figlio un co-direttore che possa dagli una mano.
Inutile dire che Wilder non prende affatto bene la notizia, e se desta il dover condividere lo scettro del potere con un Co-CEO è ancora peggio scoprire chi, la sua adorata mammina, ha scelto per affiancarlo. Morgan Stickford una conoscenza del suo passato con cui non è  mai andato d’accordo.

lunedì 17 settembre 2018

COVER REVEAL: UN MARINE PER SEMPRE - SILVIA CARBONE&MICHELA MARUCCI


Buongiorno meraviglie,
oggi sono qui con una toccata e fuga per presentarvi il cover reveal di un romanzo di prossima uscita. Ammetto di non conoscere le autrici che hanno lavorato a quattro mani per scrivere questo romanzo, ma la trama è decisamente intrigante.
Se siete curiose continuate a leggere!!

mercoledì 12 settembre 2018

BLOG TOUR: LA TEORIA IMPERFETTA DELL'AMOREdi JULIE BUXBAUM - RECENSIONE


Ed eccoci giunti alla fine del blog tour di “La teoria imperfetta dell’amore”, oggi tutti i blog partecipanti pubblicheranno le loro recensioni per concludere questo magnifico viaggio a tappe.
Titolo: La teoria imperfetta dell’amore
Autrice: Julie Buxbaum
Editore: DeAgostini
Prezzo: Rigido 14,99€ Ebook 6,99
Pagine: 400
Serie: Autoconclusivo
Genere: Young Adult
TRAMA:
Da quando suo padre è morto in un incidente d'auto, Kit non è più la stessa. Non ha più voglia di ridere, scherzare o confidarsi con le amiche di sempre. L'unica cosa che desidera è chiudere fuori il mondo intero. Per questo decide di lasciare il tavolo affollato a cui si siede ogni giorno in mensa e prendere posto a quello di David. David, che ha la sindrome di Asperger e non parla mai con nessuno. David, che odia il mondo e ama la scienza. I due non potrebbero essere più diversi, ma lentamente quei pranzi in solitudine diventano un appuntamento fisso, atteso. Tra sguardi e parole sussurrate, Kit e David imparano a essere amici, e forse qualcosa di più. Sarà proprio lui a ricomporre i pezzi del cuore infranto di Kit. E sarà lei ad aiutare il ragazzo ad affrontare sé stesso e gli altri. Ma quando le cose si complicano per davvero, il sentimento che li lega sarà abbastanza forte per salvare entrambi?
La tappa che mi è stata assegnata è quella relativa ai personaggi, in modo particolare un focus sulla protagonista femminile, un modo per presentarvela e per farvela conoscere un pochino  meglio prima che vi cimentiate in questa adorabile lettura.
Quindi se siete curiosi e volete saperne di più continuate con la lettura.


Cosa Penso:

 Io non vedevo l’ora di parlarvi di questo libro che mi si è annidato nel cuore, dove conserverà per sempre un posticino speciale.
Julie Buxbaum mi aveva già conquistata con il suo romanzo d’esordio italiano; “Dimmi tre segreti” (click sul titolo per la mia recensione), una storia romantica che mi aveva fatta sognare, ma questa volta ha davvero superato se stessa scrivendo un romanzo estremamente toccante e delicato che tratta argomenti complessi, riuscendo con estremo tatto e leggerezza a renderla adatta ad un pubblico giovane rispettando il target young adult a cui questo romanzo è indirizzato.

La storia è narrata attraverso il duplice pov dei due protagonisti: Katherine – Kit – Lowell e  David Druker.
La vita di Kit è, da poco tempo, cambiata radicalmente. Da circa un mese il suo papà è morto in un tragico incidente stradale e lei non è più la stessa.
Lei è sempre stata una ragazza solare, divertente ed espansiva. Una delle ragazze più popolari della scuola, ma ora non riesce più ad essere la ragazza spensierata che era un tempo e si chiude  in un mondo di dolore e disperazione. Non ha più voglia di ridere, di scherzare e di uscire con le sue migliori amiche che sono troppo prese a pensare alle solite cose superficiali, che per lei non hanno  più alcuna importanza e ha voglia di stare sola con se stessa. Per questo non si siede più al solito tavolo affollato, durante la pausa pranzo, ma ne sceglie uno tranquillo e isolato.
Il tavolo di David Druker.
Avrete ormai capito che sono diverso. Di solito non ci si mette molto a rendersene conto. Un dottore pensava che potessi soffrire di una “forma borderline della sindrome di Asperger”, il che è stupido perché non si può avere una forma borderline dell’Asperger. In realtà non è neanche più possibile avere una qualunque forma della sindrome di Asperger, dal momento che è stata tolta dal DSM-5 (cioè la quinta edizione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) nel 2013: ora alle persone che manifestano quell’insieme di caratteristiche viene diagnosticato un autismo ad alto funzionamento (o HFA), il che è comunque fuorviante. Lo spettro dell’autismo è multidimensionale, non lineare. 
Quel dottore era chiaramente un idiota.
David al contrario di Kit non è popolare e non ha amici, i suoi compagni lo prendono in giro e lui è abituato ad isolarsi dal mondo con le sue cuffie nelle orecchie e la musica che accompagna e scandisce le sue giornate. David è un ragazzo estremamente intelligente e un genio della fisica, ma non è solo questo, perché lui è anche un ragazzo speciale che vede il mondo in un modo diverso da come lo vedono gli altri, lui è un ragazzo estremamente razionale e sincero in maniera brutale, soffre della sindrome di Asperger ed è del tutto consapevole di soffrirne e questo non fa altro che renderlo ancora più  meraviglioso come protagonista.
David e Kit sono due personaggi che sembrano essere diversi anni luce, ai poli opposti della scala sociale di tutti i licei americani, ma del tutto inaspettatamente tra di loro scatta la scintilla e si instaura un rapporto capace di scaldare il cuore.
I loro pranzi, inizialmente, silenziosi diventano un appuntamento fisso e i due diventano piano, piano, amici.

mercoledì 5 settembre 2018

W...W...W...WEDNESDAY #189



Buonasera meraviglie,
in ritardassimo rispetto al solito, ma oggi è stata una giornata da cancellare e solo ora sono riuscita a sedermi comoda davanti al pc per pubblicare l’immancabile rubrica librosa del mercoledì.
Quindi non perdiamo tempo in chiacchiere, ma veniamo subito al sodo della questione e partiamo subito con il W… W… W… WEDNWSAY, rubrica inventata dal blog should be reding in cui vi mostro tutte le letture che mi hanno tenuto compagnia durante la settimana.
Vi ricordo, come sempre, che potete partecipare tutti rispondendo alle tre domandine che trovate qui sotto, quindi bando alle ciance e partiamo.

·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Sto leggendo in anteprima   Troppe volte vorrei dirti no” di Samantha Towle, sono solo all’inizio, ma non mi sta dispiacendo proprio per niente. Vi farò sapere a lettura ultimata!

lunedì 3 settembre 2018

RECENSIONE: MAI E POI MAI - PENELOPE DOUGLAS

Titolo: Mai e poi mai

Serie Fall Away#4.5

Autrice: Penelope Douglas

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione:

Pagine: 193

TRAMA:

Quinn Caruthers ha parecchi problemi. Per la verità, tutti riconducibili a suo padre Jason e ai suoi tre fratelli, Jared, Madoc e Jaxon. Da sempre oppressa dal controllo degli uomini della sua famiglia, per Quinn è stato sempre impossibile spiegare finalmente le sue ali, senza che si intromettessero. Specialmente per quanto riguarda i ragazzi. Ma lei ha occhi solo per un amico di famiglia, di parecchi anni più grande, pur sapendo che la cosa potrebbe scatenare una catastrofe. Lucas Morrow è un uomo affascinante, raffinato e sicuro di sé in fatto di donne. Conoscendo i suoi fratelli, farebbe molto meglio a dimenticarlo. Anche perché sono anni che Lucas non fa ritorno in città. Quando Quinn riceve un pacco misterioso che contiene una verità in grado di sconvolgere la sua vita, sarà messa davanti a una scelta: continuare ad agire secondo il volere degli altri, o combattere per ciò che desidera veramente.


Cosa Penso: 
«L’importante è che tu tenga sempre a mente questo, Quinn… Quando ti innamori, prenditi cura della persona che ami», mi spiega, «ma prenditi cura anche di te stessa. Sii felice»
Sono giorni che cerco di scrivere questa recensione, ma solo oggi sono riuscita a ritagliarmi un briciolo di tempo, in assoluta calma e tranquillità, per parlarvi dell’ultima novella della serie Fall Away di Penelope Douglas.
Forse non tutti sanno che Penelope Douglas ha un posticino speciale nel mio cuore di lettrice, ve ne avevo già parlato in una delle mie recensioni un po’ di tempo fa, ma se il blog Camminando tra le pagine è online il merito è tutto suo. È stato dopo aver letto “Mai per amore” (click sul titolo per la mia recensione), uno dei miei romanzi preferiti, che ho sentito il forte bisogno di parlare con qualcuno di questa storia e così ho scritto la mia prima recensione e ho reso realtà un idea che mi bazzicava in testa da tempo, ovvero quella di aprire un lit-blog.
Sono quattro anni, ormai, che questo mio spazietto virtuale è online e sicuramente parte del merito è della Douglas che mi ha dato la spinta giusta per iniziare questa meravigliosa avventura.
Ma ora non divaghiamo oltre e veniamo alla recensione.

venerdì 31 agosto 2018

BLOG TOUR: LA TEORIA IMPERFETTA DELL'AMORE di JULIE BUXBAUM. I PROTAGONISTI:KIT




Buongiorno meraviglie,
mercoledì ha avuto inizio un favoloso blog tour su “La teoria imperfetta dell’amore”, romanzo di Julie Buxbaum in uscita il 4 settembre grazie a DeAgostini.
Se amate i romanzi young adult sono certa che il nome dell’autrice non vi sia affatto nuovo e, infatti, lei  è la stessa che ha scritto “Tell me three thing”, altrimenti noto in Italia con il titolo “Dimmi tre segreti” (click sul titolo per la mia recensione), un romanzo che avevo stra-adorato e di cui avevo apprezzato tantissimo lo stile dell’autrice e così quando sono stata invitata a partecipare al blog tour del suo nuovo romanzo non ho proprio potuto tirarmi indietro.
Ero entusiasta e super felice all’idea di partecipare a questa iniziative e di poter leggere in anteprima un romanzo che aspettavo da tempo.
Ora a lettura ultimata posso dire che il romanzo della Buxbaum non ha affatto deluso le mie aspettative e questa autrice ha conquistato un posticino d’onore nel mio cuore,  La teoria imperfetta dell’amore” è stata una lettura dolcemente deliziosa che affronta tematiche molto delicate. Oggi, però, non so qui per parlarvi del romanzo in generale o per condividere con voi il mio pensiero,  di questo ne parleremo più avanti, quando alla fine del blog tour – il 12 settembre – tutti i blog partecipanti condivideranno le proprie recensioni.

Prima di partire con la mia tappa del blog tour vi lascio tutte le informazioni relative a romanzo.
Titolo: La teoria imperfetta dell’amore
Autrice: Julie Buxbaum
Editore: DeAgostini
Prezzo: Rigido 14,99€ Ebook 6,99
Pagine: 400
Serie: Autoconclusivo
Genere: Young Adult
TRAMA:
Da quando suo padre è morto in un incidente d'auto, Kit non è più la stessa. Non ha più voglia di ridere, scherzare o confidarsi con le amiche di sempre. L'unica cosa che desidera è chiudere fuori il mondo intero. Per questo decide di lasciare il tavolo affollato a cui si siede ogni giorno in mensa e prendere posto a quello di David. David, che ha la sindrome di Asperger e non parla mai con nessuno. David, che odia il mondo e ama la scienza. I due non potrebbero essere più diversi, ma lentamente quei pranzi in solitudine diventano un appuntamento fisso, atteso. Tra sguardi e parole sussurrate, Kit e David imparano a essere amici, e forse qualcosa di più. Sarà proprio lui a ricomporre i pezzi del cuore infranto di Kit. E sarà lei ad aiutare il ragazzo ad affrontare sé stesso e gli altri. Ma quando le cose si complicano per davvero, il sentimento che li lega sarà abbastanza forte per salvare entrambi?

giovedì 23 agosto 2018

RECENSIONI IN PILLOLE #1



Buongiorno meraviglie,
oggi sono qui per inaugurare una nuova rubrica che ho deciso di chiamare RECENSIONI IN PILLOLE, una rubrica a cadenza casuale!
D cosa si tratta, vi starete chiedendo?
Di certo saprete che una cosa che mi manca è il dono della sintesi, infatti le mie recensioni sono sempre molto - forse troppo - prolisse. La verità è che quando parlo di libri mi faccio prendere la mano e non riesco a darmi un freno, e quindi, scrivo a non finire e il risultato sono recensioni interminabili, ma con questa nuova rubrica vorrei cercare di parlarvi dei libri scrivendo recensioni brevi... brevi per i miei soliti standard, ovviamente!
Vi parlerò in questo contesto di quei romanzi che non sono riuscita a recensire per i più svariati motivi, ma di cui ci tenevo tanto a condividere il mio pensiero.
Quindi partiamo subito con i tre romanzi di oggi.


DAMMI MILLE BACI di Tilli Cole

Un ragazzo. Una ragazza.
Un legame creato in un istante e custodito per un decennio.
Un amicizia che né il tempo né la distanza possono spezzare.
Un amore che durerà oltre il destino.

Poppy Litchfield ha solo nove anni quando si lancia nell’avventura più grande della sua vita, collezionare mille baci capaci di farle scoppiare il cuore. Il suo vicino di casa e migliore amico è il perfetto compagno per quest’avventura. 
Poppy ha tutto quello che potrebbe desiderare: gioia, risate, baci da togliere il fiato, e il vero amore. 
Ma crescere è difficile e l’amore può non essere in grado di superare tutti gli ostacoli... 
Quando il diciassettenne Rune Kristiansen torna nella tranquilla cittadina della Georgia in cui ha abitato da bambino, ha in mente solo una cosa. 
Scoprire il motivo che ha spinto la sua inseparabile amica d’infanzia a escluderlo dalla sua vita senza una parola di spiegazione. 
Ma il suo cuore potrebbe rompersi di nuovo...


COSA PENSO:
Da quando è uscito questo romanzo ho sentito pareri entusiasti ovunque, tuttavia non mi sono mai soffermata a leggere le recensioni perché avevo il terrore di inciampare in qualche spolier e siccome avevo tutte le intenzioni di leggerlo non volevo nel modo più assoluto rovinarmi la lettura.
A convincermi ad iniziare “Dammi mille baci” sono stati vari commenti trovati su facebook lasciati da altre lettrici e le stelline di raiting su GoodReads erano decisamente incoraggianti. Questo libro ha un punteggio medio di 4.27 stelline ed è una votazione alta. Molto alta.
Tutti gli elementi erano, quindi a suo favore, e io ero certa che lo avrei adorato! L’unica cosa che sapevo di questo libro era che narrava una di quelle storie dolci come il miele e colme di romance ed essendo un inguaribile romantica, nonché una divoratrice folle di romanzi rosa, ero certa che non mi avrebbe delusa. Purtroppo però la storia ha poi preso una piega del tutto inaspettata che non mi ha permesso di godere di questo romanzo come avrei voluto e per questa ragione non me la sono sentita di dare un giudizio al libro, e ho preferito non ho assegnare stelline.

mercoledì 22 agosto 2018

W...W...W...WEDNESDAY #188

Buon pomeriggio splendori,
come procede la vostra estate? Per me le ferie sono ufficialmente finite e confesso che sto facendo il count down dei mesi che mancano al Natale per godermi ancora un pochino di riposo e relax… ma manca ancora un sacco di tempo… sigh!
Ho ripreso a lavorare dopo la settimana di chiusura di Agosto e riprendere è stata dura, ma ormai siamo al giro di boa della settimana e aspetto il week end con ansia ;)
Ma ora bando alle ciance e veniamo al vero motivo del post di oggi!
È mercoledì e questi significa solo una cosa, ovvero: W… W… W… WEDNWSAY, la mia rubrica preferita a cadenza settimanale, inventata dal blog should be reding in cui vi mostro tutte le letture che mi hanno tenuto compagnia durante la settimana.
Vi ricordo, come sempre, che potete partecipare tutti rispondendo alle tre domandine che trovate qui sotto, quindi bando alle ciance e partiamo.

·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Sto leggendo la mia adoratissima Penelope Douglas con la novella della serie Fall Away ”Mai e poi mai” sono solo all’inizio, ma già la sto adorando ed è fantastico ritrovare tra queste pagine Jared, Madoc e tutti gli altri.

lunedì 20 agosto 2018

RECENSIONE: ORONERO - MYSANO


Titolo: OroNero

Serie: Dirty#1

Autrice: Mysano

Casa Editrice: Self Publishing

Data di pubblicazione: luglio 2017

Pagine:

TRAMA:
Si dice che nella vita tutto accada per un piano ben prestabilito.
Che sia Dio o il destino colui che lo traccia poco importa, a noi sta solo di seguire le indicazioni.
Ci alziamo la mattina e seguiamo il corso degli eventi senza troppi sbattimenti tanto, se deve succedere…
Cazzate!
La vita ce la costruiamo noi!
Il mio destino me lo creo io, non lo lascio in balia del fato, del caso o alla mercé di un qualche dio capriccioso.
Mi sono prefissato obbiettivi molto alti e sto lottando per raggiungerli.
Se desidero qualcosa combatto finché non la ottengo e, credetemi, ottengo sempre quel che desidero.
Ho vissuto tutta la mia vita seguendo i miei istinti, le mie passioni, ho trascorso un esistenza da cultore del bello, da edonista. Non mi sono mai negato nulla di ciò che poteva provocarmi piacere pur rimanendo libero da ogni tipo di dipendenza. La mia libertà è sacra e inviolabile.
Questo almeno è quel che credevo prima di incontrare lei. 

Cosa Penso:





Eccomi qui oggi per parlarvi di un romanzo che mi ha conquistata, che mi ha tolto preziose ore di sonno e che mi ha fatto provare un immenso caleidoscopio di emozioni che hanno creato una sorta di terremoto emotivo nella mia anima e nel mio cuore, sto parlando di “OroNero” primo capitolo della serie Dirty di Mysano, un autrice italiana che si è auto pubblicata su amazon. Se non erro “OroNero” è stato il suo romanzo d'esordio, uscito poco più di un annetto fa ed è sfuggito completamente dal mio romance radar e, onestamente, non so proprio come sia potuto accadere ad una lettrice attenta alle uscite come la sottoscritta. Inoltre, tutto ciò è reso ancora più insolito dal fatto che questo libro ha tutto quello che sono solita cercare in un romanzo, possiede tutte quelle caratteristiche amo e adoro:
-         Protagonista maschile che è un vero stronzo, ma dannatamente affascinante
-         Protagonista femminile adorabile a cui ci si affeziona terribilmente
-         Una storia d’amore tormentata
-         Due protagonisti con un back ground complesso che condiziona tutto il loro presente
Elementi, questi, a cui io non so resistere per nessuna ragione al mondo e che, ancora un volta, mi hanno costretto non solo a trascurare i doveri di casa e il mio povero fidanzato che, devo sottolineare, ha una pazienza infinita. Ma che mi hanno anche fatto fare le ore piccole, con il naso immerso nel kindle, costringendomi ad andare a lavorare con profondi solchi neri sotto gli occhi che nemmeno il mio, fidatissimo, correttore della MAC è riuscito a nascondere. Ma vi giuro che ne è valsa la pena!
È difficilissimo per me parlarvi di questa storia, come sempre quando un romanzo mi conquista così tanto e mi fa provare così tante emozioni contrastanti, non riesco a riversare su una pagina di word tutto quello che ho provato, non sono abbastanza brava con le parole per poterlo fare, per questo non posso far altro che consigliarvi, semplicemente, questa lettura e dirvi che se amate quelle storie che colpiscono al centro dello stomaco come un montante ben assestato, se amate i romanzi stra-colmi di angst che vi fanno sentire il bisogno di ingurgitare una cassa intera di maalox plus, be allora questo è il libro che fa per voi e non potete farvelo sfuggire per niente al mondo. 

Non ho intenzione di soffermarmi sulla trama di OroNero” perché è un romanzo ricchissimo di contenuti, più di 500 pagine kindle, e se iniziassi a parlarvi della sinossi con moltissime probabilità finirei per farmi prendere la mano e vi svelerei informazioni che devono essere taciute e che dovete scoprire pian piano, proseguendo con la lettura. Quindi, tutto quello che vi dirò in questa recensione è che questo libro non narra solo una storia d’amore passionale ed estremamente tormentata, ma c’è molto altro dietro queste pagine. Infatti l’autrice oltre ad aver architettato una storia complessa e ricca di eventi che si susseguono a rapida velocità, ha anche trattato argomenti molto delicati ed estremamente attuali, argomenti che hanno un forte impatto emotivo sul lettore che ne viene letteralmente travolto. Vorrei potervi dire di più a tal proposito, ma scatterebbe lo spolier alert e non posso assolutamente permettermi di rovinarvi la lettura, soprattutto se consideriamo che una delle doti di Mysano è proprio il suo saper creare una sorta di alone mistero attorno ai suoi personaggi e alla storia che ci racconta, lo fa dandoci le informazioni con il conta gocce, svelando la verità un po’ alla volta e tutto ciò contribuisce a mantenere alta l’attenzione del lettore che si sente così coinvolto da non annoiarsi mai, nemmeno per un istante, e  si ritrova a divorare una pagina dietro l’altra in tempo record. 
Un altro elemento che contribuisce a calamitare l’attenzione del lettore sono i personaggi che si incontrano tra le pagine, non solo quelli principali ma anche quelli secondari. Oggi io mi concentrerò proprio su i due protagonisti, perché se dovessi parlarvi nel dettaglio di tutti quelli che compaiono, questo mio scritto sarebbe infinito, ma vi garantisco che una volta terminata la lettura vorrete approfondire la conoscenza di ognuno di loro e spererete ardentemente che l’autrice voglia scrivere un romanzo per ciascuno, in modo da conoscerli meglio tutti. 


I protagonisti e voci narranti a pov alterni di OroNero” sono; Michel George Richard Donovan III – semplicemente Jude per gli amici – e la dolcissima Hope Roma Meiling Wang Michaelson. 
Jude e Hope sono due personaggi così diversi e distanti anni luce da non avere nulla in comune, ma come tutti gli opposti si attraggono come due calamite lanciate l’una contro l’altra. 
Lui, Jude, è il tipico cliché dei romance, il tipico personaggio maschile che siamo soliti incontrare tra le pagine di un romanzo. 
Il classico ragazzo meraviglioso con un fisico da urlo e due occhi di un grigio talmente intenso e profondo che fanno tremare le game con un solo sguardo. 
È un ricco rampollo viziato con un pessimo rapporto con il padre, e per questo deve lottare per mostrare al suo vecchio le sue qualità e deve cercare di tenersi fuori dai guai, almeno fino al suo trentesimo compleanno quando avrà pieno possesso del suo fondo fiduciario. Tuttavia, anche se riesce a tenersi fuori dai casini, concentrandosi sulla sua palestra e sul Dirty, il locale notturno che gestisce, non riesce a stare fuori, con altrettanta facilità, dai letti delle belle ragazze. Jude è, infatti, uno dei peggiori casanova in circolazione; un donnaiolo seriale e da strapazzo che non crede nell’amore e non vuole rapporti seri, ma solo squallide storie da una botta e via con ragazze che sembrano essere fatte tutte uguali; stangone bionde, con poche curve e tutte oche giulive. 
Ma tutto cambia quando incontra Hope.
È una sensazione esaltante che rischia di provocare dipendenza e io odio le dipendenze. Odio dover avere bisogno di qualcosa o qualcuno, e soprattutto odio me stesso, quello che sento dentro al petto in questo momento mentre lei continua a stringermi a sé come se fossi la cosa più preziosa del mondo e non la cupa maledizione che sono in realtà.
Lei è molto diversa dal prototipo di donna che, generalmente, lo attrae; è piccola e formosa, la sua pelle caffè latte mette in risalto i suoi splendidi occhi dello stesso colore dell’oro colato e i suoi capelli neri come l’ebano mettono in risalto il suo dolcissimo viso. Basta un solo sguardo per far perdere totalmente la testa a Jude che cercherà in tutti i modi di tenerla alla larga, in un primo momento, e di conquistarla subito dopo. Ma Hope non solo è l’esatto opposto dalle sue solite conquiste dal punto di vista fisico, anche caratterialmente è molto diversa. Lei è una ragazza seria e dai sani principi, una di quelle che non si accontentano di una botta e via e non capitola ai piedi del meraviglioso Jude dopo un solo sorriso sfrontato e una battuta provocante. 

mercoledì 15 agosto 2018

W...W...W...WEDNESDAY #187

Buongiorno splendori e buon ferragosto,
siccome ultimamente sono una latitante dalla blogosfera almeno il post tradizionale del mercoledì voglio pubblicarlo anche se è un giorno di festa e molti di voi saranno in vacanza o fuori a divertirsi.
Quali sono i vostri programmi per la giornata di oggi?
Io ho i minuti contati perché devo prepararmi per andare sugli Appenini Emiliani, nelle vicinanze di casa mia, con fidanzato e amici, andiamo in un ristorantino a goderci le specilità della zona... uscirò rotolando dal ristorante ^_^ 
Mentre aspetto che si asciughi lo smalto ne approfitto per scrivere il post e quindi bando alle ciance e partiamo subito con il W… W… W… WEDNWSAY, rubrica inventata dal blog should be reding in cui vi mostro tutte le letture che mi hanno tenuto compagnia durante la settimana.
Vi ricordo, come sempre, che potete partecipare tutti rispondendo alle tre domandine che trovate qui sotto, quindi bando alle ciance e partiamo.

·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Sto leggendo”Non siamo amici” di Emanuela Valle, non posso sbilanciarmi perché ho letto solo un paio di capitoli e non ho ancora le idee chiare, ma vi farò sapere.

mercoledì 8 agosto 2018

W...W...W...WEDNESDAY #186



Buon pomeriggio meraviglie,
sono sparita dalla blogosfera per un pochino e chiedo nuovamente scusa per questa seconda assenza non voluta, ma  arrivo a sera totalmente stravolta. Le alte temperature di queste settimane mi hanno tramortito e distrutto… e io sono una che ama il caldo ma quest’anno ho accusato il colpo.
Oltretutto ora sono a casa dal lavoro, ma non per ferie o vacanze, ma per malattia!!! Ebbene sì, sono la solita sfigata che l’otto di agosto si è beccata un virus gastrointestinale per cui sono reclusa tra le quattro mura sature di aria condizionata nella mia casetta… ma non mi dispero ho un bel libro a tenermi compagnia.
Come probabilmente avrete notato la settimana scorsa ho saltato il tradizionale appuntamento libresco del mercoledì, quindi oggi vi mostrerò le letture che mi hanno tenuto compagnia in queste due settimane, quindi bando alle ciance e diamo via al  W… W… W… WEDNWSAY, rubrica inventata dal blog should be reding in cui vi mostro tutte le letture che mi hanno tenuto compagnia durante la settimana.
Vi ricordo, come sempre, che potete partecipare tutti rispondendo alle tre domandine che trovate qui sotto, quindi bando alle ciance e partiamo.

·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Sto leggendo in anteprima   OroNero” primo capitolo della serie Dirty di Mysano. E che lettura, ragazzi lo sto amando follemente, non riesco a staccarmi un attimo dalle pagine e non vedo l’ora di terminarlo per parlarvene.

martedì 7 agosto 2018

RECENSIONE: LO SCOOP DEL CUORE - LEXIE NICHOLLS

TITOLO: Lo Scoop del Cuore
TITOLO: Lo Scoop del cuore

SERIE: Al cuore... si comanda#3

AUTORE: Lexie Nicholls

EDITORE: Self Publishing

DATA PUBBLICAZIONE24 luglio 2018

NUMERO PAGINE: 320 circa.

PREZZO: 2,99 euro

TRAMA:
Amo il mio lavoro di giornalista e non rinuncio mai alla mia preziosa autonomia.
Ma soprattutto vado fiera della mia capacità di tenere le emozioni a distanza, prendendo la vita alla leggera senza mai oltrepassare la pericolosa soglia del coinvolgimento personale.
Mi chiamo Tara Reynolds e questi sono stati per anni i punti fermi della mia esistenza.
Almeno fino a quando un uomo insolente e maledettamente tenace non ha preso a spallate la mia armatura di piombo, aprendosi un varco con quel suo atteggiamento politicamente scorretto che mi esaspera da morire.
Un individuo capace di farmi saltare i nervi e accendere i sensi in egual misura.
Un nemico le cui armi di seduzione risultano irresistibili persino per la sottoscritta.
Cedere una sola volta è stato un errore umano e una debolezza giustificabile, perché non siamo degli automi e il nostro corpo è fatto di carne. Viva. Calda. Vibrante.
La vera sfida, invece, è un’altra.
La vera sfida… è impedirsi di capitolare ancora.


Cosa Penso:
Eccomi qui, con un imperdonabile ritardo, per parlarvi del terzo e ultimo romanzo della serie Al cuore… si comanda di Lexie Nicholls; “Lo scoop del cuore”.
Questo libro avrebbe dovuto essere una lettura in anteprima e avrei dovuto pubblicare la mia recensione a ridosso dell’uscita dell’e-book negli store online, ma purtroppo il lavoro è stato massacrante in queste ultime settimane e ha catalizzato tutto il mio tempo e le letture ovviamente ne hanno risentito tanto, purtroppo.
Ma ora sono qui carica di entusiasmo per parlarvi di un romanzo che non solo mi ha tenuto compagnia alcune ore in queste bollenti giornate estive, ma che ho anche adorato e amato pazzamente.
Lo stile di Lexie Niccholls lo avevo già ampiamente apprezzato e gradito in “Al cuore… si comanda. Parte I e Parte II” (click sul titolo per le mie recensioni) e dopo essermi lasciata conquistare dall’adorabile Natalie Parker e dal suo bel Marine Logan Matthew non vedevo l’ora di conoscere meglio due dei personaggi secondari che abbiamo già avuto il piacere di incontrare nei primi due libri della serie e sto parlando di Tara Reynolds e il super sexy e bollente agente federale Nick Stainer.

mercoledì 25 luglio 2018

W...W...W...WEDNESDAY #185


Buongiorno meraviglie,
sono ufficialmente rientrata a lavoro ed è un delirio. 
Riprendere dopo tre settimane di dolce far niente è super traumatico e sto facendo davvero una fatica bestiale a riprendere il ritmo e a dimostralo sono anche le mie letture, che sono in stallo dalla scorsa settimana e quindi il mio  W… W… W… WEDNESDAY è identico a quello della scorsa settimana. 
Vi ricordo, come sempre, che il W… W… W… WEDNESDAY è una rubrica librosa a cadenza settimanale inventata dal blog should be reading e che potete partecipare tutti rispondendo alle tre domandine che trovate qui sotto, quindi bando alle ciance e partiamo.

·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)

Sto leggendo, esattamente come la scorsa settimana, “Lo Scoop del cuore” il terzo romanzo della trilogia Al cuore... si comanda di Lexie Nicholls. Ho superato da poco la metà e anche se ci sto mettendo un sacco di tempo a leggerlo lo sto adorando e mi sto godendo una pagina dopo l'altra.