lunedì 19 novembre 2018

COVER REVEAL: GROUPIE - M.E. CARTER

Buongiorno splendori, 
eccomi qui con il secondo post della giornata, un cover reveal di un romanzo che arriverà molto presto in Italia che mi intriga davvero tantissimo, è il secondo libro stand alone che fa parte della serie Texas Mutin di M.E Carter arrivato in Italia. Ora vi lascio scoprire la cover e la sinossi del romanzo che io non vedo l'ora di leggere.


Titolo: Groupie
Serie: Texas Mutiny #2 (stand-alone)
Autrice: M.E.Carter
Casa editrice: Self Publishing
Prezzo ebook: 3,99 euro
Pagine: 320
Data uscita: 5 dicembre 2018
Disponibile su tutti gli store
TRAMA: 

RECENSIONE: THE GOLDEN BOY - ELISA GIOIA


Titolo: The Golden Boy

Serie: Broken Star#1

Autrice: Elisa Gioia

Casa Editrice: Self

Data di pubblicazione: 2018

Pagine: 340

TRAMA:

Mi ci era voluto solo un secondo per notarlo. Mi era bastato meno di un mese per innamorarmi di lui.”

Lo chiamano The Golden Boy per un motivo.
Chad Hart, divo di Hollywood del momento, è amato dalle donne, rincorso dai paparazzi e richiesto dai migliori registi.

Summer Davis è una semplice ragazza che cerca di sopravvivere nella giungla di New York, tra le lezioni alla Tisch e i turni di lavoro come cameriera e dog-sitter.

Due vite agli antipodi, ma solo in apparenza.
Mentre i giornalisti gli danno la caccia, Chad cerca di combattere i demoni del suo passato lontano dai riflettori, finché Summer non irrompe nella sua vita. Lei ha imparato fin da piccola che l’amore porta solo dolore, è meglio difendere il cuore dietro a una corazza e una lingua tagliente, che permettere a qualcuno di avvicinarsi e correre il rischio di soffrire di nuovo.

Doveva essere un semplice incontro, invece è cambiato tutto…

Summer credeva di essere solo una comparsa nella vita del ragazzo d’oro di Hollywood, invece si ritrova catapultata al centro della scena. Nonostante il passato misterioso di Chad e le sue storie che riempiono i tabloid, Summer si sente comunque attratta da lui, bello e dannato e con il viso da angelo vendicatore.
Solo che Chad non è previsto nei suoi piani. Ma nemmeno innamorarsi di lui.

I destini di entrambi sono però legati più di quanto pensino e ora è tutto nelle loro mani: permettere ancora una volta al passato di negargli un futuro o salire al centro del palco, lasciar cadere tutte le maschere e ricordare come si fa ad amare.

The Golden Boy è un romanzo che racconta come un semplice incontro possa cambiare ogni cosa, un imprevisto rivelarsi l’occasione di una vita. 

Cosa Penso:
Troverai qualcuno che riuscirà a vederti, mentre il resto del mondo non si accorgerà di te. 

Elisa Gioia è un nome molto noto nel panorama libresco italiano, ha scritto diversi libri e ha sempre riscosso parecchio successo e anche se io conservo tutti i suoi romanzi nel kindle non ammetto con un pò di vergogna di non averli mai letti, sono lì nel mio e-reader che aspettano con pazienza di essere iniziati, non so dirvi come mai ho temporeggiato tanto ma è chiarissimo che se sono tutti meravigliosi come questo ho commesso un errore madornale. o “The Golden Boy” non è solo il primo capitolo della serie Broken Star, ma è anche il primissimo romanzo che ho letto di questa autrice e quello che mi ha fatto scoprire che Elisa Gioia sa scrivere in una maniera meravigliosa, quindi ho tutte le intenzione di cominciare a leggere tutti i suoi romanzi, sperando che mi coinvolgano  come ha saputo fare questa storia perché “The Golden Boy mi ha rapita talmente tanto che mi sono trovata a divorarlo in una manciata di ore, quando l'ho iniziato mi ero presa una giornata di ferie dal lavor, avevo progettato di fare mille lavori di casa, quelle pulizie grosse che faccio un paio di volte l’anno, ma non ho fatto niente. 
Il nulla!
Sono stata buttata parecchie ore della mia giornata sul divano con un pannetto sopra le gambe e il kindle stretto tra le dita, totalmente rapita dalla deliziosa storia tra  Summer Davis e Chad Hart, i due protagonisti e narratori a pov alterni.

lunedì 12 novembre 2018

RECENSIONE: IMPERFETTI - CECY ROBSON


Titolo: Imperfetti

Serie: Shattered Paat#1

Autrice: Cecy Robson

Data di uscita:7 novembre 2018

Pagine: 320

TRAMA:
Un tempo, il futuro di Evelyn Preston sembrava perfetto, finché il suo ricco padre non è stato coinvolto in uno scandalo finanziario e si è tolto la vita. Rimasta sola, nel tentativo disperato di pagare la retta del college e le bollette, Evelyn trova lavoro come cameriera all’Excess, un nightclub super esclusivo, dove un tempo lei stessa aveva fatto parte della clientela di studenti privilegiati delle scuole private. Qualcosa però l’attira verso il seducente e imponente buttafuori, Mateo Tres Santos, lottatore clandestino. 
Mateo è un ex-militare, finito in prigione per aver aggredito l’uomo che ha fatto del male a sua sorella e ora prova quello stesso senso di protezione per la nuova cameriera bionda. È lui a soccorrere Evelyn durante un attacco di panico nel club, e quando Mateo viene ferito per averle fatto da scudo in una rissa, lei ricambia il favore correndo in suo aiuto. 
Mentre la loro attrazione aumenta, Mateo si ripromette di scoprire quali incubi infestino il passato di Evelyn, anche se ciò significa affrontare i propri demoni per salvarla.



Cosa penso:


Toccante.
Struggente.
Emozionante.
Imperfetti” di Cecy Robson è uno di quei romanzi che ha parlato al mio cuore,  mi ha scavato una voragine nel petto e con prepotenza ci si è rintanato dentro e lì, credo, resterà per moltissimo tempo.
Grazie alla Quixote ho avuto il piacere di leggere questo libro in anteprima, ad intrigarmi a prima vista è stata la sinossi e solo dopo aver iniziato la lettura mi sono ritrovata così immersa nelle pagine da non riuscire ad alzare la testa per un solo istante, perché dire che ho adorato questo storia è semplicemente riduttivo, perché questo libro vola dritto, dritto, nella top ten dei best book di questo 2018.
Imperfetti” pur facendo parte della serie Shattered Past è un romanzo stand alone, infatti la storia tra i due protagonisti inizia e finisce tra queste pagine, ma nonostante ciò desidererete ardentemente avere già il secondo capitolo stretto tra le mani perché il bisogno di conoscere meglio i personaggi secondari incontrati in questa storia sarà impellente, ve lo garantisco.

giovedì 8 novembre 2018

RECENSIONE: TIMELESS - JENNY ANASTAN


Titolo: Timeless

Autore: Jenny Anastan

Casa Editrice: Self-Publishing

Data di pubblicazione: 12 ottobre 2018

Pagine:

TRAMA:
Ci sono traumi che col tempo sfioriscono e perdono il proprio potere. Poi ce ne sono alcuni che penetrano e germogliano, creando barriere, armature e finti sorrisi. Per Gwen vivere a Salem ha rappresentato un piccolo inferno fin da quando ha memoria: capelli rossi, carnagione chiara, una madre fuori dal comune. E un cognome, Parrish, che suona come una condanna. Negli anni ha imparato a mostrarsi forte, ma c'è una persona che puntualmente è riuscita a scalfire quella corazza e a tenere il suo cuore tra le mani in modo del tutto inconsapevole. Thomas Harrison è un rogo che brucia, una pira da cui scappare lontano, ma da cui Gwen è attratta come una falena. 
E le falene, si sa, corrono sempre il rischio di cadere, se troppo vicine al fuoco.

Nota dell'autrice: Timeless è lo spin off di King ma si può leggere separatamente.
AUTOCONCLUSIVO.



Cosa Penso: 

Nella vita ci sono amori semplici, poi ci sono quelli complessi destinati a essere senza tempo. 
E, dannazione, lui faceva sicuramente parte della seconda categoria.
 Jenny Anastan è una delle protagoniste indiscusse del mio 2018 libresco, da quando l’ho scoperta a Gennaio di quest’anno ho acquistato su amazon tutte le sue opere e le sto leggendo pian piano.
I suoi libri sono favolosi e lei è un maestra quando si tratta di far emozionare il lettore, facendogli provare sensazioni forti che colpiscono dritti la bocca dello stomaco.
Ho apprezzato e amato moltissimi dei suoi scritti, il mio preferito in assoluto è, per il momento, “Reality Love” (Click sul titolo per la mia recensione), ma “Timeless”, il suo ultimo romanzo pubblicato ad inizio ottobre, viene subito dopo.
Appena ho terminato  “King” (Click sul titolo per la mia recensione), ad Aprile, non vedevo l’ora di leggere la storia di due dei personaggi secondari incontrati tra quelle pagine, perché ogni volta che erano a distanza ravvicinata la tensione sessuale esplodeva come una bomba ed ero certa che ne avremmo viste delle belle. Ed effettivamente è stato proprio così, infatti, fin dall’inizio la storia di Gwen Parrish e Thomas Harrison, rispettivamente la migliore amica e il fratello maggiore di Thea, mi ha travolta come un ciclone impazzito.

Gwen e Tommy si conoscono da sempre.
La piccola Gwen non è solo la migliore amica della sorellina di Tommy, ma è anche un amica di famiglia e da sempre ha una cotta per lui. Tutti si erano accorti di come quella graziosa bambina con le treccine rosse e il viso coperto di efelidi lo guardasse con gli occhioni tipici dell’amore. Se ne erano accorti tutti, tranne lui e del tutto inconsapevolmente le ha spezzato il cuore fidanzandosi con Mallory, la bambina che ha fatto passare a Gwen le pene dell’inferno, prendendola in giro e bullizzandola per tutti gli anni delle scuole e le ha causato traumi profondi che nemmeno il tempo è riuscito a rimarginare del tutto.
Sapevo per esperienza che è proprio quando sei più vulnerabile che le cose peggiori ti colpiscono. E non volevo permettere che accadesse: dovevo ritrovare la mia quadratura, bilanciare le emozioni. Il passato mi aveva reso quella che ero, non gli avrei permesso di tornare per fottere tutto.
Da quando Tommy ha spezzato il cuore a Gwen lei non solo ha preso le distanze da lui, ma lui si è anche trasformato nella persona che più disprezza al mondo e ogni volta che lo incontra non può far altro che trattarlo con sufficienza rispondendo per le rime ad ogni sua provocazione.
È tutta colpa di Thomas se ora Gwen non vive più a Salem, la sua cittadina natale, e se ora si è trasferita a Boston diventando una sorta di stacanovista che non si lascia andare a relazioni sentimentali durature.

mercoledì 7 novembre 2018

W...W...W...WEDNESDAY #196



Buon pomeriggio meraviglie,
eccomi qui con la tradizionale rubrica librosa  del mercoledì, inventata dal blog Should be reading, in cui vi mostro tutte le mie letture: il W… W… W… WEDNESDAY, oggi non mi perdo troppo in chiacchiere quindi parto subito con le letture.
Vi ricordo, come sempre, che potete partecipare tutti rispondendo alle tre domandine che trovate qui sotto, quindi bando alle ciance e partiamo.

·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Inizierò tra pochissimo, ovvero appena avrò pubblicato questo post, il secondo capitolo della serie Broken Star di Elisa Gioia  Indelebile” e sono davvero tanto, tanto, curiosa.

lunedì 5 novembre 2018

RECENSIONE: IN FUGA DA TE - JENNIFER L. ARMENTROUT


Titolo: In fuga da te

Serie: Wikcked#3

Autrice: J.L. Armentrout

Casa Editrice: Nord

Data di pubblicazione: Ottobre 2018

Pagine: 345

TRAMA:
È stata rapita, è stata torturata, è stata costretta a tradire le persone che ama. Adesso, Ivy Morgan vuole solo dimenticare. Eppure più passano i giorni, più lei ha l'impressione che quella terribile esperienza non le abbia lasciato solo incubi e cicatrici. C'è come una forza oscura che si muove dentro di lei, un Male che diventa sempre più forte e che Ivy teme possa prendere il sopravvento… Ren Owens ha fatto di tutto per Ivy: ha mentito all'Ordine, disertato la sua missione, ucciso chiunque avesse scoperto il loro segreto. E per poco non l'ha persa. Adesso lui e Ivy devono affrontare la prova più grande: trovare il modo per chiudere i portali che collegano il nostro mondo con quello dei fae e sconfiggere il Principe una volta per tutte. Tuttavia ben presto si renderanno conto che ciò che pensavano di sapere sul Principe, sull'Ordine e persino su loro stessi non è altro che una copertura. Soli, senza più nessuno di cui potersi fidare, Ivy e Ren saranno costretti a scendere a patti col loro peggiore nemico pur di salvare l'umanità intera…


Cosa Penso:

Ci ho messo parecchio tempo a decidermi ad iniziare il terzo e ultimo capitolo della serie The Wicked di J.L. Armentorut; “In fuga da te”. L’ho acquistato appena uscito, ma poi è rimasto in attesa sul comodino fino a pochi giorni fa, quando finalmente mi sono decisa a leggerlo. La verità è che questa serie, sebbene mi sia piaciuta tanto quanto le altre, è l’unica di questa autrice che ho letto una volta soltanto. I libri della Armentrout mi danno dipendenza e, generalmente, le sue storie le leggo e rileggo fino a sapere a memoria i miei passaggi preferiti, ma per la serie The Wicked mi serviva un piccolo ripassino dei romanzi precedenti prima di buttarmi a capofitto tra le pagine del capitolo conclusivo. Ricordavo bene i tratti principali dei romanzi precedenti, ma no ricordavo affatto bene i dettagli e per godermi uno dei libri della mia autrice preferita era assolutamente necessario prendersi un po’ di tempo e fare le cose per bene. E poi, diciamolo apertamente, non mi è pesato affatto rileggere Lontano da te” e “Ritorno da te” (Click sui titoli per le mie recensioni), anzi è stato davvero molto piacevole e rilassante. 

Come vi ho già detto un miliardo di volte, io amo follemente la Armentrout in veste Urban Fanatsy o Paranormal Romace, lei ha questa capacità meravigliosa e straordinaria di combinare nei suoi romanzi la giusta dose di azione e romanticismo che sono mixati talmente bene che il risultato finale è qualcosa di delizioso. E anche questa volta non si è affatto smentita e ho ritrovato tra le pagine tutto quello che amo e adoro di questa autrice. 
In fuga da te” riprende esattamente da dove si era interrotto il secondo romanzo della saga – “Ritorno da te” – e siccome mi è impossibile parlarvi di questa storia senza menzionare, in parte, alcuni degli accadimenti del libro precedente, se ancora non lo avete letto state alla larga da questa recensione. NON LEGGETELA!!

venerdì 2 novembre 2018

RECENSIONE: SEI IL MIO DANNO - JAMIE MCGUIRE


Titolo: Sei il mio danno

Serie: Crush and Burn#1

Autrice: Jamie McGuire

Casa Editrice: Garzanti

Il mio voto: 

Data di pubblicazione: 25 ottobre 2018

Pagine: 384

TRAMA:
Capelli color miele e sguardo impenetrabile, Darby Dixon ha tutta l'aria di essere una ragazza decisa e risoluta. In realtà, sta fuggendo da un uomo che non l'ha mai amata davvero e non vede l'ora di ricominciare da capo il più lontano possibile da lui. Ma adesso che è arrivata al Colorado Springs Hotel, dove lavora come receptionist, si rende conto che per lei il destino ha in serbo altri guai. E questi guai hanno un volto, quello di Scott «Trex» Trexler, noto per il suo fascino irresistibile e per il mistero che avvolge la sua storia personale, di cui nessuno conosce i dettagli. Nel momento stesso in cui Trex mette piede in hotel e incrocia il suo sguardo, Darby sa che non è l'uomo giusto per lei. Glielo dice anche il nodo che sente alla gola: non ha tempo né voglia di infilarsi in un'altra relazione complicata, fatta di segreti e bugie. Eppure, più ha a che fare con lui, più Trex dimostra una sensibilità inaspettata. Solo lui è in grado di andare oltre i silenzi di Darby. Di interpretare le sue insicurezze, i suoi desideri e quel bisogno di affetto e protezione che, anche se non vuole ammetterlo per non sembrare troppo fragile, cerca con tutta sé stessa. Forse Trex è l'occasione che aspettava per imparare di nuovo ad amare. Ma Darby, che teme un altro tradimento, non è ancora pronta ad affidargli il proprio cuore. E quando il passato si ripresenta deciso a farla soffrire ancora una volta, scoprirà insieme a Trex che le parole non dette possono far male più della verità.

Cosa Penso:

Sei il mio danno” è il primo capitolo della nuova serie Crush and Burn di Jamie McGuire. Fin dal primo istante in cui ho saputo che sarebbe arrivata in Italia una nuova serie della McGuire ho storto il naso. Non so esattamente cosa, ma c’era qualcosa di questa serie che non mi convinceva fino in fondo. Non so se era la trama a farmi storcere il naso o la scelta del titolo dell’editore italiano che in qualche modo ricorda molto la serie dei disastri – ovvero la serie The Beautiful
Ho amato la trilogia The Beautiful, ho amato Travis Maddox e mi è sempre piaciuto moltissimo lo stile di scrittura semplice dell’autrice, tuttavia questa nuova serie non mi convinceva del tutto, avevo la sensazione che fosse una sorta di brutta copia della serie che l’ha fatta diventare famosa e  io questo romanzo non volevo leggerlo fin dall’inizio. A farmi cambiare idea sono state le recensioni in anteprima che hanno infestato la blogosfera nell’ultimo periodo, erano tutte super entusiaste e, quindi, ho messo da parte i miei mille pregiudizi e ho deciso di iniziare questa nuova serie, ormai convinta che avrebbe conquistato anche me.
Bene, ora a lettura ultimata posso dire con  assoluta certezza che avrei fatto meglio a non leggerla e avrei dovuto dare retta, fin dall’inizio, alle mie sensazioni iniziali, perché anche se “Sei il mio danno ha davvero poco in comune ad “Uno splendido disastro” (click sul titolo per la mia recensione) e non è affatto la brutta copia di uno dei romanzi che più ho amato del genere new adult, questa storia per me è stata una delusione grandissima e mi dispiace tantissimo perché sta ottenendo un sacco di consensi e io l’ho mal digerita al punto da non saper neanche da che parte iniziare a scrivere questa recensione.
Quindi cercherò di procedere con calma in modo da farvi capire punto per punto e in modo chiaro cosa non mi è proprio piaciuto.

La trama di “Sei il mio dannoad una prima occhiata alla trama sembra essere una storia che non è affatto male, le tematiche affrontate tra queste pagine, inoltre, sono molto delicate e di grande attualità e avrebbero quindi tutte le carte in regola per dare vita ad un romanzo che sa emozionare e coinvolgere, ma secondo il mio modestissimo parere di lettrice, la McGuire ne ha sfruttato malissimo il potenziale rendendo il tutto terribilmente noioso e per niente emozionante.
La storia era partita molto bene con il primo capitolo che mi aveva intrigata e incuriosita parecchio e, infatti, in un primo momento mi ero illusa di avere tra le mani una storia di quelle che sanno colpire positivamente il lettore, ma poi purtroppo si è persa. Il racconto è diventato lento e ho dovuto combattere per far si che gli occhi non mi si chiudessero per schiacciare un riposante sonnellino.

giovedì 1 novembre 2018

SUMMARY MONTH #34 OTTOBRE 2018



Buongiorno meraviglie,
oggi giorno di festa e io sarò a casa dal lavoro fino a lunedì, avevo un bruciante bisogno di ferie perché lo stress lavorativo è ai massimi storici e non avrei mai retto fino a Natale. Ma come sempre in questo periodo sono qui non per parlarvi del mio stress da lavoro, ma per riassumere il mio mese libresco e dare una sbirciata a tutte le letture che mi ha tenuto compagnie in questo piovoso ottobre.
Siete pronti? Mettetevi comodi e partiamo con la carrellata.

STO LEGGENDO:
Ad essere onesti non l'ho ancora iniziato, ma a breve mi buttero sul divano e inizierò questa nuova avventura. Mi intriga molto, ma non so bene cosa aspettarmi, quindi staremo a vedere. 

mercoledì 31 ottobre 2018

W...W...W...WEDNESDAY #195

Buongiorno meraviglie,
oggi non mi perdo in chiacchiere e parto subito con la tradizionale rubrica librosa  del mercoledì, inventata dal blog Should be reading, in cui vi mostro tutte le mie letture: il W… W… W… WEDNESDAY
Vi ricordo, come sempre, che potete partecipare tutti rispondendo alle tre domandine che trovate qui sotto, quindi bando alle ciance e partiamo.

·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Sto leggendo Timeless” di Jenny Anastan e lo sto adorando, sono quasi in dirittura d'arrivo e non vedo l'ora di parlarvene nella mia recensione che sicuramente troverete online la prossima settimana. 

lunedì 29 ottobre 2018

BLOG TOUR - REVIEW PARTY di OGNI VOLTA NOI - JOSIE SILVER



Titolo: Ogni volta noi 

Autore: Josie Silver 

Genere: New Adult 

Casa Editrice: Garzanti 

Data di uscita: 11 ottobre 2018-10-18 

Pagine: 366  

TRAMA:
L’amore arriva quando meno te lo aspetti.
Seduta sull’autobus per tornare a casa, Laurie ammira le luci sfavillanti di Londra attraverso il finestrino. All’improvviso i suoi occhi incrociano quelli di un ragazzo fermo sul marciapiede. Si incrociano e si rincrociano ancora, in uno spazio che sembra infinito. Come non avessero mai fatto nient’altro per tutta la vita. Ma l’autobus riparte e Laurie non ha il tempo di fermarlo, di scendere, di scoprire qualcosa di quel ragazzo misterioso che per lei significa già tutto. Per un anno intero non fa altro che cercarlo in ogni negozio in cui entra, a ogni angolo di strada, in ogni pub dove va con gli amici. Ma sa che rivedersi, in una città così grande, è praticamente impossibile. Quando ormai si è rassegnata all’idea che si sia trattato di un’altra delle mille persone che, nella vita, si incontrano per poi perderle per sempre, lo vede a una festa. Ma non come avrebbe sperato. La sua migliore amica è lì per presentarle il suo nuovo fidanzato, e Laurie non può credere a chi si trova di fronte: è lui, è il ragazzo dell’autobus, è il ragazzo che ha disperatamente cercato per mesi. Un destino beffardo li fa incontrare di nuovo proprio quando non possono stare insieme. Proprio quando devono nascondere a loro stessi e al mondo intero la magia del loro primo incontro. Perché l’amore detta le sue leggi che non sempre sono comprensibili. Perché l’amore può premiare gli audaci, ma anche chi ha la pazienza di aspettare. Di credere. Di essere tenace. Quando nasce a prima vista può essere un fuoco che si accende in un istante, ma anche un focolare che trattiene il calore affinché non si esaurisca mai.

Cosa Penso:


A volte si incontra la persona giusta nel momento sbagliato», dico piano.
«È così. E passi ogni giorno seguente a desiderare che il tempo possa tornare indietro.»
Non riesco a parlare; le lacrime mi chiudono la gola.
«Gli hai mai rivelato i tuoi sentimenti?» riprende lui.
«No.» Le lacrime mi scendono sulle guance. «Un po’ di tempo fa mi ha detto “ti amo”, e io non ho ricambiato.»
«No», dice con voce bassa, spezzata. «Infatti.»
«Avrei dovuto.»
«È troppo tardi?»
Mi ci vuole un attimo per riprendere fiato; spero che gli ascoltatori abbiano pazienza. «Non lo so», sussurro.
«Io credo che dovresti dirglielo. Forse sta ancora aspettando che tu lo faccia. Che cos’hai da perdere?»

È da più di un ora che sono seduta alla mia scrivania con un blocco degli appunti sotto al naso e una penna stretta tra le dita mentre cerco, disperatamente, di mettere nero su bianco il mio pensiero su “Ogni volta noi” di Josie Silver. Ma scrivere questa recensione si sta trasformando in un impresa titanica, ho già strappato una decina di fogli di carta e non riesco a parlarvi di questo romanzo che mi ha rubato il cuore dal petto.
Josie Silver con la sua meravigliosa storia d’amore e d’amicizia mi ha ammaliata e conquistata sotto tutti i fronti possibili e sebbene abbia finito questo libro da più di quindici giorni, sto ancora lottando con le emozioni sconquassanti che mi ha fatto provare e, molto probabilmente, non le ho ancora metabolizzate del tutto e faccio dannatamente fatica a parlarvene a cuore aperto.
Quindi cercherò di andare con ordine, fare chiarezza nella mia mente e nel mio cuore e mi scuso fin da ora se questa recensione risulterà lunghissima.
Quando ho iniziato questo romanzo non sapevo bene cosa aspettarmi da questa storia. Certo mi ero informata sul web, prima di partecipare al blog tour, leggendo diverse recensioni di lettrici d’oltreoceano ed ero certa che avrei amato questo libro, ma credevo anche di trovarmi tra le mani il più classico dei romanzetti rosa, quelli che tanto amo.
Credevo di trovarmi tra le mani la tormentata storia di un amore impossibile e di un triangolo amoroso un po’ trash tra due amiche del cuore e un ragazzo.
Ma quanto mi sono sbagliata!
Ho commesso un errore madornale perché questo libro non era assolutamente la storia che mi aspettavo, perché tra queste pagine non c’è niente di banale e di già letto e di certo non c’è alcun triangolo amoroso, o meglio nessun triangolo inteso nel senso più tradizionale del termine.
Siamo un triangolo dai lati che cambiano continuamente lunghezza. Non c’è mai stata una vera equivalenza. Forse è ora di imparare a stare in piedi da soli invece che appoggiarci l’uno all’altro.
Se dovessi descrivere in una parola “Ogni volta noi” direi che è sorprendente. Infatti, questa lettura è stata un autentica sorpresa, una di quelle belle che ti lasciano con un sorriso idiota stampato sulle labbra e il cuore stracolmo di amore strabordante.
Come ho detto anche nella mia tappa del BT (qui), Josie Silver ha scritto uno dei romance più unici ed originali che ho avuto il piacere di leggere negli ultimi anni, perché quella che troviamo tra queste pagine non è una banale storia d’amore, ma c’è molto altro sotto. Questa è la storia di Lauren e Jack, due anime gemelle sfortunate. È la storia di Lauren e Sarah due amiche per la pelle che condividono un rapporto fraterno e, infine, è la storia del destino che si mette in mezzo e porta scompiglio e caos nella vita dei protagonisti.

giovedì 25 ottobre 2018

RECENSIONE: ASPETTAMI - A.J. JACKSON


Titolo: Aspettami

Serie: Bleeding Stars#4

Autrice: A.L. Jackson

Casa Editrice: Self Pusblihing

Pubblicazione: ottobre 2018

Pagine:

TRAMA
Lei è la sua forza e lui la sua debolezza. E stavolta non la lascerà andare.

Edie Evans è stupenda.
Sexy.
Gentile.
E anche la definizione di “off-limits”.
Ma questo non mi ha impedito di intrufolarmi di notte nella sua stanza per consolarla.
Tuttavia, i tipi come me distruggono tutto, perciò non avrei dovuto sorprendermi quando ho distrutto anche noi.
La sera in cui l'ho fatta fuggire via, ho pensato che non l'avrei mai più rivista.
Finché non l'ho vista tra la folla come una sorta di visione.

Austin Stone è pericoloso.
Affascinante.
Seducente.
Mi ha spezzato il cuore e mi rifiuto di dargli la possibilità di rifarlo.
Sono passati anni dall'ultima volta che l'ho visto, e adesso non posso fare a meno di fissare il magnifico uomo tatuato che suona sul palco. Dovrei scappare via. So che dovrei. Ma come una sciocca, corro dritta tra le sue braccia.

Il nostro desiderio è irrefrenabile.
Il nostro bisogno inarrestabile.

Lei è la mia speranza.
Lui è la mia debolezza.
Avremmo dovuto sapere che una passione così intensa ci avrebbe ridotto in cenere. 

Cosa Penso: 

Straziante.
Struggente.
Tormentato.
Questi sono i principali aggettivi che mi vengono in mente se penso ad “Aspettami” il quarto capitolo della serie Bleeding Star di A. L. Jackson.
Erano mesi che aspettavo questo romanzo, ho adorato tutti e tre i precedenti capitoli di questa serie meravigliosa ed ero certa che avrei amato anche questo.
Da questo libro mi aspettavo una storia potente, una storia intensa e che facesse male e le mie aspettative non sono state affatto deluse, perché questa è una storia estremamente dolorosa e, confesso, non credevo che lo fosse così tanto.
La Jackson con questo romanzo è riuscita a spezzarmi il cuore in un milione di pezzi e, al contempo, è riuscita a sanare ogni ferita che le sue parole hanno generato e restituirmelo grondante d’amore.
Non so se ha un senso quello che ho appena detto, ma per capire bene le sensazioni che genera questa lettura dovete fare una cosa soltanto: leggere questo romanzo e farvi trasportare nel mondo oscuro e tenebroso dei due protagonisti.
Tra queste pagine, grazie alla narrazione a pov alterni, abbiamo la possibilità di conoscere meglio Austin Stone, il fratellino del frontman dei Sunders, e Edi Evans la sorellina del bassista della band.
Austin e Edi si conoscono da quando hanno solo diciassette anni e dal primissimo momento in cui si sono incontrati hanno sentito una strana connessione viscerale e profonda che li univa in maniera permanente.
Loro sono due anime spezzate, corrotte e distrutte che, giorno dopo giorno, combattono con  demoni passati che li tormentano senza scampo. Solo quando, durante la notte, Austin si intrufola nella stanza di Edi e la stringe tra le sue braccia, i milioni di frammenti delle loro anime spezzate sembrano sistemarsi e l’oscurità che tortura i loro cuori viene inondata di luce.

mercoledì 24 ottobre 2018

W...W...W...WEDNESDAY #194



Buongiorno meraviglie,
proprio come la settimana scorsa sono ancora a casa con l’influenza e non ne posso più. Ho fatto una settimana murata in casa con febbre oltre i 38 gradi, sabato sembrava mi stessi riprendendo ma domenica la febbre è tonata in tutta la sua splendida gloria e quindi il dottore mi ha dato altri 3 giorni di malattia e mi ha imbottita di antibiotici, domani dovrei riprendere in mano la mia vita e andare a lavoro finalmente… quindi incrociamo le dita.
Ma non qui per descriversi nel dettaglio il bollettino della mia condizione di salute, ma come ogni mercoledì che si rispetti, siamo qui con
La tradizionale rubrica librosa  del mercoledì, inventata dal blog Should be reading, in cui vi mostro tutte le mie letture: il W… W… W… WEDNESDAY
Vi ricordo, come sempre, che potete partecipare tutti rispondendo alle tre domandine che trovate qui sotto, quindi bando alle ciance e partiamo.

·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Fino a ieri sera stavo leggendo la Premoli con L’amore è sempre in ritardo”,ma questa mattina ho mollato la lettura per approdare su altri lidi, io e la Premoli abbiamo un rapporto di amore e odio e questo libro per me è un NOT! Mi annoiava e quindi ho deciso di passare alla mia amata Armentrout con il terzo capitolo della serie Wicked    “In fuga da te”.

martedì 23 ottobre 2018

ANTEPRIMA: NON RIESCO A NON AMARTI - SUSY TOMASIELLO

Buonasera meraviglie, 
stasera sono oltre il mio solito orario e sono qui giusto per una toccata e fuga con un anteprima librosa. Un romanzo scritto da una collega blogger che stimo molto, sto parlando di Susy Tomasiello del blog I miei magici mondi, se non la conoscete vi invito di andare a visitare il suo angolino virtuale, Ma ora bande alle ciance e andiamo a scoprire il suo romanzo!!


Titolo: Non riesco a non amarti 
Autore: Susy Tomasiello 
Genere: Romance contemporaneo 
Casa Editrice: Collana Floreala Pubme
Data di uscita: 21/10/2018
TRAMA:

RECENSIONE: TIENIMI CON TE PER SEMPRE - J.E. MALPAS

Titolo: Tienimi con te per sempre

Serie This Man #4

Autrice: Jodi Ellen Malpas

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione 18/10/2018

Pagine:
TRAMA:
La vita di Jesse Ward è perfetta. Con il passare degli anni non ha perso il suo fascino, è in gran forma, e la passione con la moglie Ava è ancora intensa come il primo giorno. Jesse ha il pieno controllo della sua vita, e la cosa gli piace. Ma il  mondo gli si sgretola sotto i piedi quando Ava, il centro della sua esistenza, viene ferita in modo gravissimo in un incidente. In un attimo, tutto gli crolla addosso, facendolo precipitare in un vortice  di disperazione: sa di non poter sopravvivere senza l’amore della sua vita. E anche quando il peggio sembra passato e Ava si risveglia, Jesse si accorge che l’incubo non è finito. Sua moglie, infatti, non ricorda niente dei sedici anni trascorsi insieme. Jesse, ora, è un estraneo. Per lui, gli anni con Ava sono la cosa più preziosa che abbia mai avuto. E non è disposto a lasciar svanire i ricordi di sua moglie senza combattere. Farà tutto ciò che è in suo potere per aiutarla a ricordare. Anche farla innamorare di nuovo.
Cosa Penso: 

Sono passati quattro anni da quando la trilogia This Man di Jodi Ellen Malpas è terminata e se avete letto le mie recensioni dei romanzi che la compongono “La Confessione”, “La Punizione” e “Il perdono” (Click sui titoli per la mia recensione) sono certa che saprete quanto follemente ho amato questa serie. Se seguite il mio blog e mi conoscete giusto un pochino probabilmente troverete strano che io abbia amato tanto dei romanzi erotici, perché sicuramente non è un genere che sono solita amare e mi annoia mortalmente quando le storie che leggo non sono altro che delle lunghe descrizioni di scene di sesso. Tuttavia confesso che, quando, nel lontano 2011 è uscita la serie Fifty Shades, spinta da una certa curiosità nei confronti di questo genere, mi sono lasciata trascinare e l’ho letto. Sarà che rappresentava un po’ una novità letteraria, ma Christian Grey mi aveva abbastanza intrigata e sebbene la trilogia non fosse un capolavoro della letteratura straniera non mi era affatto dispiaciuta, non solo ho divorato in pochissimi giorni i tre libri, ma sono anche andata alla ricerca di romanzi simili. Ho letto, giusto per citare alcuni dei nomi più famosi: Silvia Day con il suo Gideon Cross,  Sylvian Raynard con Gabriel Emerson e  J. Kenner con il suo Damien Stark, e mi sono resa conto, ben presto, di quanto fossero tutti dei fac-simile della serie della James, tutti dei lunghi amplessi con trame e personaggi talmente simili da risultare così noiosi da provocarmi l’orticaria. Quindi ho abbandonato presto il genere erotico per ritornare al solito vecchio e buono new adult che tanto amo. Confesso che, comunque, ogni tanto qualche libro di questo genere lo leggo ancora e nel lontano  2014, nei vari gruppi che seguivo su FB, tutti parlavano in maniera entusiasta del Lord del Maniero e di certo non potevo che fare la sua conoscenza anche io.
E così mi sono fiondata in libreria e ho comprato il primo libro della serie e…  BOOM!
Colpo di fulmine istantaneo.
Ammaliata.
Stregata.
Rapita.
Per citare il protagonista della serie; Jesse Ward mi aveva totalmente fottuto il cervello!
Ammetto che lui rispecchia il classico clichè da romanzo erotico, il più classico dei maschi alfa costruito e dipinto sul modello di Mr.Gray, ma se Christian era dispotico e con fastidiose tendenze al controllo con il suo “Mangia, Anastasia!”, il nostro Jesse Ward pur essendo anche lui un maniaco del controllo, un po’ nevrotico e decisamente irragionevole, risulta anche essere dannatamente adorabile ogni volta che ordina alla sua Ava di fare o non fare un determinata cosa. È necessario ammettere che se gli stessi atteggiamenti fossero messi in atto da una persona nella vita reale, mi farebbero scappare a gambe levata e urlare a chiare lettere la parola “stalker!”, ma sulla carta, il nostro Lord del maniero, è così dannatamente perfetto da essere adorabile e non potrete che innamoravi di lui.
Alla fine della lettura, vi garantisco che amerete così tanto Mr. Ward che ogni probabilità conserverà un posticino nel vostro cuore di lettori. Per me, almeno, è stato così.
Ma per quanto amassi questo personaggio, confesso che quando ho scoperto la pubblicazione di “Tienimi con Te per sempre – l’ultimo capitolo della serie This Man – uscito ben quattro anni più tardi rispetto al “Perdono”, io non ero affatto felice.
Ma proprio per niente!

Insomma, la trilogia si era felicemente conclusa dando ad entrambi i nostri protagonisti l’happily ever after che tanto meritavano, che bisogno c’era di andare a portare scompiglio nelle loro vite?
Insomma, perché gli autori decidono, a distanza di anni dalla fine della serie, di riprenderla e rischiare di rovinare tutto? 
La risposta più semplice e banale che mi viene mente è: i soldi!
Sperano di guadagnare ancora qualcosina con quelli che sono stati i personaggi migliori che hanno inventato, ma spesso tutto ciò al lettore non piace, perché il rischio di mandare in vacca una bella serie e davvero dietro l’angolo. E per questa ragioni non avrei mai voluto leggere “Tienimi con te per sempre”. 
Mi ero promessa ripetutamente che non ci sarei cascata, avevo giurato a me stessa che non mi sarei lasciata abbindolare dal tastino acquista subito di amazon, ma se sono qui, adorabili lettori, è perché ho fallito.
Ho fallito inesorabilmente!
Il romanzo è uscito giovedì mattina.
Giovedì nel primo pomeriggio era giù sul mio kindle e giovedì sera, dopo cena, mi apprestavo ad iniziarlo.
E venerdì sera avevo terminato la lettura.
Brava Francesca, bella forza di volontà!
Ma ora, prima di parlare del mio pensiero, andiamo a scoprire brevemente la trama.

Sono passati dodici anni da quando avevamo salutato Jesse e Ava e da allora vivono una splendida e serena vita con due splendidi e sereni figli, Jacob e Maddie, alla soglia dell’età adolescenziale. 
Nelle prime pagine sbirciamo quella che è la loro normalità; Jesse sta per compiere cinquanta anni e anche se è nel pieno di una crisi di mezza età è sempre lo stesso uomo che abbiamo conosciuto. La solita adorabile canaglia, il solito maniaco del controllo irragionevole che cerca di tenere a bada una figlia alle prese con i primi amori e con i vestiti troppo corti, inoltre, è sempre il solito marito che ama come un pazzo la sua donna e che vorrebbe averla costantemente al suo fianco. Il suo motto è ancora “ovunque e in qualunque momento” ed è sempre il solito amante focoso e passionale.
Vi consiglio, di  non commettere il madornale errore di pensare che l’età rappresenti un limite per lui, perché Jesse Ward sarà anche un cinquantenne, ma è ancora presentate come quando ne aveva venti, di anni.  
A distanza di dodici anni, quindi, ritroviamo un Jesse che ama la sua Ava con la stessa forza ed intensità che ha mostrato nei romanzi precedenti e, anche se, lei è ancora esasperata dalle sue irragionevolezze, non può che ricambiare il sentimento con la stessa potente ferocia.
Ma anche se la famiglia Ward è splendida e affiatata, un tragico evento li colpisce e scuote il loro mondo fin sotto le fondamenta.
Ava, dopo un tragico incidente in macchina, perde la memoria e non ricorda più nulla degli ultimi 16 anni. È come se fosse una ventenne nel corpo di una trentottenne, ma la cosa più tremenda di tutte è che non ricorda più nulla della sua vita coniugale. Si è dimenticata di suo marito e dei suoi splendidi bambini e Jesse  non è disposto a lasciar svanire i ricordi di sua moglie senza combattere, farà tutto ciò che è in suo potere per aiutarla a ricordare, persino farla innamorare di nuovo.
«Lo senti?», sussurro e comincio a mia volta a gingillarmi con il suo anello. Un lieve cenno di assenso; devo inghiottire il sollievo prima che mi soffochi. «È a malapena l’inizio, Ava. È solo la scintilla che incendia il nostro mondo». Adesso la determinazione mi scorre potente nelle vene, spinta da quella piccola reazione. «La tua testa». Le accarezzo piano una guancia, godendo la delicatezza con cui preme il viso sul mio palmo. «Sono dodici anni che la devasto, Lady. Non ti permetterò di dimenticare la nostra storia. Ti farò ricordare tutto. È la mia missione. Farò qualsiasi cosa». 
Devo proprio ammettere che questo quarto libro della serie This Man è stata una sorpresa
piacevole e gradita e  mi sono goduta fino in fondo ogni singola pagina che ho letto. Non me l’aspettavo per niente e, quindi, è un dovere fare un grandissimo applauso alla Malpas, che è riuscita a riportare tra queste pagine tutte quelle splendide caratteristiche che mi avevano conquistato nei primi tre libri. 
A lettura iniziata ero pronta a fare a pezzi questo libro, a smembralo pezzetto per pezzetto, assolutamente certa che la Malpas avrebbe distrutto il ricordo di una delle mie serie preferite e, invece, mi sono sbagliata alla grande e sono qui per urlarvi a gran voce che, se anche voi avete delle remore su se leggere questo libro, non dovete lasciarvi condizionare ed intimorire, ma mettetele da parte iniziatelo perché lo amerete.
Lo amerete perché ritroverete la versione un po’ più vecchia e, per alcuni versi, matura del Lord che però sotto, sotto, è sempre il solito uomo pazzamente innamorato della sua Lady, quello che vorrebbe che la moglie gli obbedisse sempre e che cerca di costringerla a fare ciò che vuole, con i suoi conti alla rovescia assurdamente ridicoli e con il suo repertorio di scopate atte a piegarla al suo volere.
 È  il marito perennemente arrapato e follemente geloso.
Il padre di famiglia che protegge con ferocia i suoi bambini e la sua splendida moglie.

Ava mi è piaciuta tanto, proprio come un tempo. Adoro il modo in cui riesce a tenere per le palle suo marito, riuscendo a tenere a bada tutte le sue nevrosi e riuscendo a rigirare a suo favore ogni situazione e ogni circostanza.  
Tra questa pagine assistiamo al piccolo, grande, dramma che sta vivendo, ha perso la memoria e non ricorda più niente degli ultimi sedici anni. Crede ancora di avere vent’anni e non ricorda più il suo splendido e amorevole marito e i suoi deliziosi gemelli di undici anni. È  spaesata, smarrita e spaventata, ma anche se Jesse è un perfetto estraneo, le basta averlo vicino per sentirsi al sicuro, le basta abbracciarlo o sentire il suo inconfondibile profumo di acqua fresca e menta per sentirsi la donna più amata del mondo. Il suo cuore riconosce ciò che la sua mente non ricorda più e questo la porta a lasciarsi andare con Jesse e  a farsi conquistare di nuovo.
Mi tocca e sento il sangue che si riscalda nelle vene. Fra le sue braccia mi sento a casa. Con lui ho l’impressione che nulla di negativo possa sfiorarmi. Sono certa, senza ombra di dubbio, che con lui davvero niente potrà mai ferirmi.
E a questo punto assistiamo al corteggiamento serrato che il nostro Lord mette in atto ed è un po’ come fare un tuffo nel passato, perché sembra di essere tornati ai tempi della “Confessione”, dove Jesse, con determinazione e passione, cerca di riconquistare il cuore della sua Lady.
Ma questo non è solo il dramma di Ava è anche quello di Jesse, che in un solo istante vede avverarsi tutti i suoi incubi peggiori.
 L’incidente d’auto che gli ha quasi strappato la sua donna.
 La perdita della memoria e il terrore che l’amore della sua vita possa non tornare mai più quella di un tempo.
Tra queste pagine abbiamo la possibilità di vedere il Lord sotto una luce completamente nuova, anche se mantiene sempre  intatte quelle caratteristiche e quei deliziosi lati del suo carattere che ci hanno fatto innamorare di lui, qui vediamo un uomo terrorizzato che teme di perdere l’amore della sua vita e combatte con tutto se stesso per evitare che ciò avvenga.
Ho amato il solito Jesse, ho adorato vedere che nonostante il tempo passato è rimasto sempre la solita adorabile canaglia, ma mi è piaciuto tanto vedere anche il suo lato più sensibile e insicuro. il lato di lui più vulnerabile e sensibile, quello  che non si fa problemi a sciogliersi in lacrime davanti agli amici. Mi ha fatto tenerezza vederlo totalmente impotente di fronte al dramma che ha investito la sua famiglia e ho sofferto con lui e per lui.

Alla fine la Malpas, tra queste pagine, ha fatto proprio quello che temevo. Ovvero ha portato un po’ di scompiglio e confusione nella vita serena dei protagonisti, ma anche se non lo credevo possibile è stato estremamente piacevole ritrovare Ava e Jesse. È stato piacevole leggere ancora questa autrice e notare con piacere che, anche se questa è una serie classificabile nel genere erotico, non ruota tutto intorno al sesso. Certo, le scene bollenti ci sono ma sono ben dosate e si amalgamano perfettamente con il racconto e con la vita famigliare dei due protagonisti.
Ava e Jesse sono una copia meravigliosa e insieme formano una famiglia splendida e aver letto questo libro mi fa venir voglia di averne ancora tanti altri da leggere su di loro, ma temo che se la serie continuasse diventerebbe davvero noiosa e, quindi, mi auguro davvero che la nostra Malpas decida di buttarsi su altre avventure anche se,  cara Jodi, scrivere di un personaggio che superi il Lord è un impresa dura ed impossibile, ma puoi sempre tentare.
Il Mio Voto: