mercoledì 13 settembre 2017

W...W...W...WEDNESDAY #141


Buonasera lettori splendidi,
ultimamente mi ritrovo a pubblicare sul blog ad orari insoliti, oggi dopo essere uscita alle 14 dall’ufficio mi sono accoccolata sul divano con il mio kindle e ho finito per appisolarmi. In realtà è stato più che altro un coma siccome mi sono svegliata alle 7 di sera… sì, mi vergogno di me stessa, ma a mia discolpa posso dire che avevo mooolto sonno?!
Nonostante l’orario insolito non potevo non pubblicare la mia rubrica preferita della settimana: il W…W…W…Wednesday –rubrica  inventata dal blog Should be reading – in cui vi mostro tutte le mie letture.
Bando alle ciance e partiamo subito, come sempre vi ricordo che potete partecipare tutti rispondendo alletre domandine che trovate qui sotto.
·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Sto leggendo “Tutte le stelle del cielo” – di Angela Contini. Sono solo all’inizio e non riesco a capire se questo libro mi piace o meno… quindi non dico niente e riservo i commenti per quando sarò un po’ più in la con la lettura.  

martedì 12 settembre 2017

RECENSIONE: INFINITE VOLE - BRITTAINY C. CHERRY

Titolo: Infinite volte

Serire: The Elements#2

Autrice: Brittainy C. Cherry

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione: Agosto 2017

Pagine:

TRAMA:

Elements Series
Dall'autrice del bestseller Ti amo per caso
Un romanzo che ti rimane dentro, anche se hai finito di leggerlo
C’era una volta un ragazzo, e io lo amavo. Logan Francis Silverstone e io eravamo davvero agli antipodi. Mentre io mi scatenavo, lui rimaneva immobile. Lui era silenzioso e io il tipo che non riesce a smettere mai di parlare. Vederlo sorridere era quasi un miracolo, mentre era impossibile vedere me anche solo con le sopracciglia aggrottate. La sera in cui ho visto con i miei occhi il buio dentro di lui, non sono riuscita a distogliere lo sguardo. Insieme eravamo due metà che non diventano mai davvero una cosa sola. Insieme eravamo un dieci e lode e un sette in condotta allo stesso tempo. Eravamo due stelle che brillavano nel cielo notturno, alla ricerca di un desiderio, di un domani migliore. Fino al giorno in cui l’ho perso. È stato lui a buttare via tutto ciò che eravamo, e l’ha fatto in un solo momento. Senza pensare che ci avrebbe cambiato per sempre.
C’era una volta un ragazzo, e io lo amavo. E per alcuni momenti, brevi respiri, pochi sussurri, addirittura attimi, penso che mi abbia amata anche lui.

Cosa Penso: 

Era da dicembre che aspettavo questo romanzo, esattamente da quando ho letto il primo capitolo della serie The Elements di Brittainy C. Cherry, “Ti amo per caso” (Click sul titolo per la mia recensione), e non vedevo l’ora di stringere tra le mani il secondo capitolo – che ci tengo a precisare è completamente slegato e indipendente dal primo, siccome la serie della Cherry è formata, per il momento da quattro romanzi tutti stand alone, per cui la lettura di uno non presuppone il dover leggere gli altri.
Ho scoperto questa autrice con il suo romanzo di esordio italiano “L’amore arriva sempre al momento sbagliato” (Click sul titolo per la mia recensione) e me ne sono innamorata totalmente perché la Cherry è una di quelle autrice che sa ferire con le parole, un autrice che con le sue storie ruba il cuore del lettore e lo fa in mille minuscoli pezzettini e poi lo restituisce un po’ ammaccato, ma palpitante d’amore. Le sue storie sono forti, intense, per certi versi crude e dolorose. Fanno male, fanno soffrire, ma questi sono i romanzi che preferisco perché tramite storie intese regalano emozioni che rimangono con il lettore per molto tempo dopo aver terminato la lettura. “Infinite volte” secondo capitolo della serie The Elements è proprio uno di quei romanzi.
Tra queste pagine,  la Cherry ci narra la storia di una grande e sensazionale  amicizia che si trasforma in una love story passionale e colma di tormento.

giovedì 7 settembre 2017

RECENSIONE: PAPER PALACE - ERIN WATT

Titolo: Paper Palace

Serie: The Royals#3

Autrice: Erin Watt

Casa Editrice: Sperling&Kupfer

Data di uscita: settembre 2017

Pagine: 370

TRAMA:

Siamo solo un groviglio di emozioni selvagge e disperate.

Ella è arrivata a Bayview ormai da qualche mese, ma il tempo è volato. Capita, quando sei impegnata a combattere bulli e a innamorarti. Le ostilità dell'inizio sono soltanto un ricordo, e adesso può contare su una migliore amica che, se non ci fosse, bisognerebbe inventarla, su un fidanzato che tutte le invidiano, su fratelli adottivi che adora e su un uomo, Callum Royal, che è quanto di più simile a un padre Ella abbia mai avuto. Ma le sfide per lei non sono finite. Perché, proprio quando le cose sembrano andare per il verso giusto, e lei e Reed si sono appena ritrovati, il destino è pronto a separarli di nuovo. E questa volta potrebbe essere per sempre. Il futuro di Reed corre infatti sul filo del rasoio. Il suo carattere impulsivo e irascibile e i suoi pugni facili potrebbero avergli giocato un brutto tiro. E la sua tendenza a superare ogni ostacolo con la violenza potrebbe costargli cara. Si è spinto davvero troppo oltre? Ella è una combattente, ed è disposta a tutto per difendere le persone che ama, proteggere Reed, e stare con i Royal. Ma questa volta potrebbe essere troppo persino per lei. 

Cosa penso:
Un tempo, avevo paura del futuro; non sapevo dove sarei andato a finire, non sapevo se la rabbia e l’amarezza che provavo sarebbero mai sparite davvero, se mi sarei mai sentito degno o se mai avrei trovato qualcuno che sarebbe stato in grado di vedere al di là del bastardo che fingevo di essere.
Ora, però, non ho più paura, e ho trovato qualcuno non solo che mi vede, ma che mi capisce realmente. E anch’io vedo lei. Ella Harper sarà tutto ciò che vedrò, perché è il mio futuro. È il mio acciaio, il mio fuoco e la mia salvezza.
Ella è tutto. 

Amati.
Odiati.
Osannati.
Criticati.
Una cosa è certa, questi Royals hanno fatto molto parlare di loro e sicuramente la serie è diventata un fenomeno editoriale su larga scala, è inutile sottolineare che se mi trovo qui a recensire il terzo volume della serie – “Paper Palace” – è perché ho amato tutti i libri scritti dalle autrici che si nascondo dietro lo pseudonimo Erin Watt. Con questo terzo volume siamo giunti alla conclusione delle prima parte della serie The Royals, quella che ha come protagonisti Ella Harper e Reed Royal. Il romanzo è uscito il 25 agosto in e-book e solo il 5 settembre è arrivato in formato in cartaceo in tutte le librerie. Avendo la collezione completa a casa avrei dovuto  aspettare il libro rilegato per leggerlo, ma dopo il cliffangher scioccante e sconcertante con cui si era concluso “Paper Prince” (Click sul titolo per la mia recensione), la mia curiosità non poteva pazientare oltre. E così appena uscito l’e-book – decisamente molto costoso – l’ho comprato al volo, fregandomene altamente se poi avrei voluto acquistare anche il cartaceo una volta uscito. Ma si sa, noi avidi lettori siamo un tantino folli quando si tratta di libri e di nuove uscite super attese, quindi non giudicatemi, ma comprendetemi!
Appena acquistato il volume ho immerso il naso tra le pagine  del mio amatissimo kindle e non ho alzato la testa per un solo istante fino a che non sono giunta alla parola fine. L’ho iniziato alle 4 del pomeriggio e l’ho finito in tarda nottata, è stata una vera e propria full immersion che mi ha lasciato letteralmente senza fiato grazie alle montagne russe di emozioni su cui le due autrici mi hanno trascinato, anche grazie ai numerosi colpi di scena che non ci si aspetta minimamente.

mercoledì 6 settembre 2017

W...W...W...WEDNESDAY #140


Buon pomeriggio lettori splendidi,
Non sono sparita dalla blogosfera, sono solo oberata di lavoro e non riesco a pubblicare nulla di nulla. Ho montagne di recensioni arretrate da scrivere e non riesco a ritagliarmi nemmeno un attimo di tempo… ma cercherò di mettermi in pari in qualche modo. Oggi pomeriggio ho infatti in programma di scrivere la recensione di Paper Palace, che spero di riuscire a pubblicare domani, per il momento vi lascio con il W…W…W…Wednesday –rubrica  inventata dal blog Should be reading – in cui vi mostro tutte le mie letture.
Come  sempre vi ricordo che potete partecipare tutti rispondendo alletre domandine che trovate qui sotto.
·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Sto leggendo la Armentrout in anteprima con la “Vendetta degli Dei” – quarto capitolo della serie Covenant – in uscita proprio domani. Sto andando molto lentamente siccome il tempo scarseggia, ma mi sta piacendo parecchio.

martedì 5 settembre 2017

COVER REVEAL: WHITE SHARK - SAGARA LUX


White Shark
Buongiorno adorabili lettori,
come potete dedurre dal titolo del post oggi sono qui con il cover reveal di un libro che sono davvero smaniosa di leggere. 
Ricordate Sagara Lux?  
Sono certa che la ricorderete tutti e non solo per il suo esordio con la serie Broken Souls, ma anche per la sua ultima pubblicazione dalle tinte fosche oscure. Sto parlando di Black Rose (click sul titolo per la mia recensione), primo capitolo della serie dark romance The Darkest Night, romanzo che mi ha conquistata sotto tutti i fronti. 

Tenetevi forte perchè Sagara sta tornando con il secondo capitolo della serie: "White Shark" è il titolo del romanzo e dalla trama io sono già intrigatissima e non vedo l'ora di stringerlo tra le mani, ma continuate la lettura del post per scoprire la meravigliosa cover, la data di uscita e ovviamente la sinossi. 

mercoledì 30 agosto 2017

W...W...W...WEDNESDAY #139


Buongiorno a tutti lettori adorabili,
siccome ultimamente il mercoledì ho pochissimo tempo fatico a pubblicare il W…W…W…Wednesday –rubrica  inventata dal blog Should be reading – oggi ho deciso di programmarlo, così sarà online gia dalla mattina mentre io sono a lavoro!!!
Oggi non mi perdo in chiacchiere e parto subito con il mostravi le mie letture della settimana.
Vi ricordo, come sempre, che potete partecipare tutti rispondendo alle domandine qui sotto.
·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?) 

Sto leggendo “Infinite volte” – #2 Tle Elements – di Brittainy C. Cerry. Un autrice che adoro al pari della Hoover. Di questo libro sono solo all’inizio, quindi non mi sbilancio in giudizi affrettati, ma vi farò spere sicuramente su Good Reads.

martedì 29 agosto 2017

RECENSIONE: UN IMPREVISTO CHIAMATO AMORE - ANNA PREMOLI

Titolo: Un Imprevisto Chiamato Amore

Autrice: Anna Premoli

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione: Aprile 2017

Pagine: 246

TRAMA:

Jordan ha collezionato una serie di esperienze disastrose con gli uomini. Consapevole di avere una sola caratteristica positiva dalla sua parte, ovvero una bellezza appariscente e indiscutibile, è arrivata a New York intenzionata a darsi da fare per realizzare il suo geniale piano. Il primo vero progetto della sua vita, finora disorganizzata: sposare un medico di successo. Jordan ha studiato la questione in tutte le sue possibili sfaccettature e, preoccupata per le spese da sostenere per la madre malata, si è convinta di poter essere la perfetta terza moglie di un primario benestante piuttosto avanti con gli anni. Ma nel suo piano perfetto non era previsto di svenire, il primo giorno di lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, ai piedi del dottor Rory Pittman. Ancora specializzando, per niente ricco, molto esigente e tutt’altro che adatto per raggiungere il suo obiettivo…
Cosa Penso: 

Ho letto diversi libri di Anna Premoli, la maggior parte li ho adorati alcuni non mi sono piaciuti, ma l’ultimo che ho letto – “Un imprevisto chiamato amore” – l’ho trovato una lettura davvero adorabile, e vi sfido a non innamorarvi di questa storia.  
L’ho comprato qualche mese fa, in occasione dell’ultima offerta su amazon con tutti gli e-book a 0.99 centesimi e solo qualche giorno fa mi sono decisa ad iniziarlo, mi è bastato solo un capitolo per capire che questa storia scritta dalla Premoli è un gradino sopra tutte le altre che ho letto in precedenza di questa autrice, e ho capito all’istante che mi avrebbe conquistato.

Anna Premoli in “Un imprevisto chiamato amore”, tramite il pov alternato dei due protagonisti, ci racconta la storia di Jordan  Walsh e Rory Pittman.
Jordan è una cameriera bellissima, sexyssima e a quanto dice lei stupidissima. Si è appena trasferita a New York con un piano ben preciso: sposare un medico di successo sulla cinquantina e con il portafoglio bello gonfio, ancora meglio se ha almeno un paio di matrimoni falliti alle spalle. 
La parola magica è “moglie”, perché nella mia vita ho rivestito il ruolo di soggetto non meglio identificato, ragazza, fidanzata e amante di uomini con più o meno capacità. Meno che più, se vogliamo proprio essere sinceri. Ed ero stufa marcia. Marcia come la mela di Biancaneve, con cui per mia sfortuna non condivido alcun tipo di somiglianza: di principi azzurri, sempre che esistano, dalle mie parti se ne sono visti ben pochi. Prima o poi la bellezza sarebbe svanita e per allora era fondamentale  che io fossi diventata la signore meglio di un uomo molto ricco e rispettato. Anzi, di un medico molto ricco e rispettato.
Il matrimonio di interesse è la sua unica occasione per provvedere alle spese mediche di sua madre gravemente malata. Per raggiungere il suo obiettivo ha trovato lavoro nella caffetteria di fronte all’ospedale, luogo frequentato da medici di tutte le età ed è più che convinta di poterne accalappiare almeno uno. Quello che, Jordan, non si aspetta è di svenire proprio il primo giorno di lavoro ai piedi del Dottor. Rory Pittman.
Se pensate che Jordan sia davvero super fortunata, vi state sbagliando di grosso, perchè Rory è sì un medico, ma decisamente non possiede le caratteristiche che cerca Jordan in un dottore; lui è giovane e di una bellezza disarmante con capelli neri e boccolosi che gli cadono disordinatamente sulla fronte e incorniciano due splendidi occhi blu come l’oceano. Ma non è ancora un medico affermato, è un semplice specializzando con un conto in banca decisamente in rosso. Inoltre è molto esigente in fatto di donne e soprattutto non ha alcuna intenzione di sposarsi e avere al suo fianco una moglie trofeo.
È sempre stata bellissima, sia chiaro. Lo sapevo prima, lo so ora. La bellezza mi affascina. Sono umano. Ma, come ho già detto, le donne belle sono numerose e generalmente scatenano ben poche reazioni in me. Perché una persona mi colpisca deve possedere molto altro. Se fisso standard elevati per me stesso, non posso che farlo con gli altri. E non che Jordan manchi di cervello o carattere, nonostante si sminuisca di continuo, ma la mia strana e preoccupante attrazione per lei deriva da altro: è qualcosa di più istintivo, qualcosa di difficilmente definibile. Ha fatto scattare in me, dal primo secondo, un istinto di protezione che con tutti gli altri è generico. Io tengo all’umanità, tutta quanta. Ma con lei il sentimento è invece molto specifico. Voglio saperla al sicuro, voglio accertarmi che stia bene, voglio che trovi il suo posto nel mondo.

giovedì 24 agosto 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: BIG LOVE - JAY CROWNOVER

Titolo: Big Love

Serie: Welcome To The Point #2

Autrice: Jay Crownover

Casa Edistrice: Newton Compton

Data di pubblicazione: 24 agosto 2017

Pagine:

TRAMA:

Che differenza c’è tra un cattivo ragazzo e un ragazzo che fa il cattivo? Quando ti muovi in un mondo oscuro e corrotto, per dominare la situazione non devi mai mostrare di aver paura. Solo così potrai controllare strade e persone senza scrupoli. Race Hartman è sufficientemente coraggioso, intelligente e sbandato per diventare il capo di un posto come The Point. Dove ci saranno sempre cattivi e cose brutte da mettere in riga, ma in cui un uomo forte può ridurre i danni al minimo. Race ha un piano… riuscirà a impedire l’annientamento totale di quel luogo senza distruggere se stesso? Brysen Carter ha sempre visto Race per quello che è davvero: un ragazzo bello, dolce, ma troppo pericoloso. La tentazione di crogiolarsi nel suo bagliore dorato è forte, ma Brysen sa che finirebbe per scottarsi. Ha già tanti problemi, non ha certo bisogno di crearsene altri a causa di Race. Ma quando Brysen deve affrontare una minaccia che potrebbe essere la cosa più pericolosa che The Point abbia mai prodotto, è costretta a prendere una decisione: perché l’unica persona che potrebbe aiutarla a salvarsi è proprio l’uomo che lei non può permettersi di avere.
Cosa Penso: 

Ho letto “Big Love” secondo romanzo della serie Welcome to The Point di Jay Crownover in anteprima un paio di settimane fa, domani uscirà (Oggi per voi che leggete!)su tutti gli store online e non ho ancora scritto la mia recensione. Ho procrastinato fino ad ora perché non sapevo bene da che parte iniziare per parlarvi di un romanzo che ho adorato, ma ora non posso più rimandare la mia recensione deve essere online domani (oggi per voi che leggete!).

Se avete letto il primo capitolo della serie Welcome to The Point – “Bad Love (Click sul titolo per la mia recensione) sono certa che saprete che ruota attorno ad un gruppo di ragazzacci che sono piccoli criminali in erba cresciuti a The Point, un quartiere nei bassi fondi dove la criminalità è all’ordine del giorno, un posto che li ha plasmati facendoli diventare quelli che sono oggi: aggressivi, prepotenti e veramente tanto cattivi. Dei Ba Boy con le B maiuscole talmente tanto spietati e pericolosi che non vorreste mai averli come nemici.
Nel primo capitolo della serie abbiamo conosciuto il peggiore di loro Shane – Bax – Baxter e ora è il momento di conoscere meglio Race Hartman.

Race è nato e cresciuto a The Hill, la parte buona della città – un luogo lontano dal marciume e dalla criminalità che caratterizza The Point.
Fino a sedici anni, Race, è stato un rampollo ricco e viziato con tanto di fondo fiduciario a diversi zeri, ma non si è mai sentito davvero se stesso in quel mondo di lussi e agi senza freni. La sua vita, però, cambia radicalmente quando entra in rotta di collisione con quella di Bax. 
Bax il criminale di The Point, il ragazzaccio cattivo e muscoloso capace di incenerire con un solo sguardo diventa presto il suo migliore amico e partner in crime. Bax lo trascina nel mondo oscuro e pericoloso di The Point e Race si sente talmente tanto a suo agio che dopo aver messo fine al regno di Novak ha preso in mano la situazione, diventando il capo di quel posto pieno di pericoli ed oscure minacce.

mercoledì 23 agosto 2017

W...W...W...WEDNESDAY #128


Buon pomeriggio lettori splendidi,
sono una pessima blogger,è dal 14 agosto che non pubblico niente e la cosa peggiore è che avrei mille recensioni arretrate da scrivere, ma la settimana scorsa ero in ferie ed ero talmente stanca che ho deciso di staccare da tutto e devo dire che mi sono riposata parecchio.
Avrei voluto pubblicare almeno il W…W…W…Wednesday mercoledì scorso, ma il mio ferragosto è stato un tantino movimentato e ho dormito praticamente tutto il giorno.
Ora però sono qui per recuperare e parto subito con il mostrarvi mie letture sia di questa settimana che della scorsa.
Quindi partiamo subito con il W…W…W…Wednesday –rubrica del mercoledì  inventata dal blog Should be reading.
Vi ricordo che potete partecipare tutti rispondendo alletre domandine che trovate qui sotto.
·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)

Sto leggendo “Un imprevisto chiamato amore” – di Anna Premoli. È stato un colpo di fulmino letterario, al 6% di lettura ero già in brodo di giuggiole, lo sto divorando e non vedo l’ora di finirlo per parlarvene.

lunedì 14 agosto 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: ODIOAMORE - PENELOPE WARD

Titolo: ODIOAMORE

Autrice: Penelope Ward

Casa Editrice: Newton Compton

Data di uscita: 14 agosto 2017

Pagine: 287

TRAMA:


Dall'autrice bestseller del «New York Times», di «USA Today» e del «Wall Street Journal»
Condividere una casa per le vacanze con un coinquilino sexy da morire dovrebbe essere un sogno che diventa realtà, giusto? Non se si tratta di Justin... l'unica persona che abbia mai amato... e che ora mi odia. Quando mia nonna è morta e mi ha lasciato metà della casa sull'isola di Aquidneck, c'era una trappola: l'altra metà appartiene al bambino che ha aiutato ad allevare. Lo stesso bambino che si è trasformato nell'adolescente a cui ho spezzato il cuore anni fa. Lo stesso adolescente che ora è un uomo con un corpo mozzafiato e una personalità complicata. Non lo vedevo da anni, e ora ci ritroviamo a convivere perché nessuno dei due è disposto a rinunciare alla casa. La cosa peggiore è che non è da solo. Ho capito presto che c'è una linea sottile tra amore e odio. Ho potuto guardare attraverso quel sorriso arrogante. Il ragazzino che conoscevo è ancora lì sotto. E anche il nostro legame. Proprio ora che non posso averlo, non l'ho mai desiderato di più.

Cosa Penso: 

ODIOAMORE” , o più noto come Roomhate, di Penelope Ward è approdato proprio oggi in un tutti gli store online, ho avuto il piacere di leggerlo in anteprima un paio di settimane fa e non vedo l’ora di parlarvene e quindi, eccomi qui con la mia recensione.

Quella che ci narra la Ward tra le pagine di questo romanzo e la storia di Amelia e Justin.
Justin e Amelia si sono conosciuti quando avevano solo dieci anni. I genitori di Justin si erano appena trasferiti nella casa accanto a quella della nonna di Amelia ed è così che è nata un amicizia splendida, tra due bambini che passavano insieme ogni momento libero e condividevano ogni cosa. La loro amicizia solida e speciale è durata fino all’adolescenza, avevano sedici anni quando Amelia si è resa conto di provare qualcosa per il suo migliore amico. Un sentimento nuovo e sconosciuto che l’ha terrorizzata a tal punto da spingerla a scappare e trasferirsi, a casa di suo padre, a Providence, tagliando definitivamente ogni rapporto con Justin.
«Credevo che tu non ricambiassi i miei sentimenti e non volevo spaventarti. Avevo paura di perderti».
«Così sei scappata e mi hai perso comunque. Che senso ha?»
«Pensavo che, se fossi fuggita prima che accadesse il peggio, avrei sofferto meno. La verità è che ero una quindicenne sciocca in piena crisi ormonale e, di conseguenza, ho preso una decisione sbagliata. Scappare per andare a vivere con mio padre è stato un pessimo modo di gestire la situazione. Non mi hai dato modo di dirti quanto fossi pentita, nell’anno seguente, perciò devo farlo adesso: mi dispiace da morire se la mia fuga improvvisa ti ha fatto stare male in qualche modo».
«Stare male?», ripeté lui, gli scappò una risata un po’ rabbiosa e disse una cosa che mi lasciò ammutolita: «La tua partenza mi ha stravolto. Io ti amavo, Amelia. Ero innamorato di te». Si passò una mano tra i capelli con un gesto nervoso. «Come cazzo hai fatto a non accorgertene?».
Justin è furioso.
La sua migliore amica, la sola persona su cui ha sempre potuto contare, lo ha abbandonato voltandogli le spalle senza spiegazioni e lui, ora, la odia.

sabato 12 agosto 2017

RELEASE BLITZ&RECENSIONE: PER COMBATTERTI - CHIARA CILLI



Felice release day a Chiara Cilli!
Esce oggi Per Combatterti, quinto volume della serie dark contemporanea Blood Bonds, il secondo con protagonisti André Lamaze e Nadyia Volkov! Scorrete il post per i link d'acquisto, godetevi l'estratto e il booktrailer e partecipate al giveaway per vincere una copia autografata ❤



Titolo: Per Combatterti
Serie: Blood Bonds #5
Genere: Dark Contemporary Romance
Pagine: 208
Editore: Selfpublished
Prezzo eBook: € 2.99
Prezzo cartaceo: 11.58



Nella mia mente sento ancora il riverbero delle frustate.
Ogni giorno i segni sulla mia pelle mi ricordano quello che lui mi ha fatto.

Ho dovuto lasciarla, o saremmo morti.
Credevo sarebbe tornato per portarmi via. Ma non l’ha fatto.

Ora devo concentrarmi sul mio scopo.
Ora appartengo alla Regina.

È arrivato il momento di punire coloro che mi hanno fatto del male.
Il momento di affrontare il mio primo incarico è arrivato.

Non importa se mi ritroverò Nadyia tra i piedi.
Ma non sarò mai in grado di uccidere colui che ho amato.

Avrò la mia vendetta.


Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18


ACQUISTA ORA CON 1-CLICK



|| AmazonKoboiBooksGoogle Play ||



|| AmazonKoboiBooksGoogle Play ||


NON PERDERE I PRIMI TRE ROMANZI DELLA SERIE




LEGGI L'ESTRATTO

«Voglio andare a casa», gemetti incollerita.
«Non hai più una casa, Nadyia.»
Mi voltai di colpo, ringhiando a denti stretti: «A causa tua».
André mi fissò, penetrante. Sondava il mio sguardo con troppa attenzione, il volto duro come la pietra.
Avrei voluto attaccarlo. Qui, in mezzo alla strada, davanti a tutta questa gente. Costringerlo a reagire così da poter gridare e attirare l’attenzione dei miei genitori.
«Non farlo, Nadyia», mi avvertì André, quasi mi avesse letto nel pensiero. «Firmeresti la loro condanna a morte.»
Serrai gli occhi, ricadendo con la fronte sul suo petto. L’ira e la sofferenza mi bruciavano l’ossigeno nei polmoni, mi ostruivano la trachea. Volevo solo piangere disperatamente. Dio, quanto lo volevo.
Volevo crollare tra le braccia di colui che aveva dato origine alla mia pena.
Attraverso le palpebre dischiuse, vidi che lui stava stringendo le mani con tale veemenza da far sbiancare le nocche.
Si stava trattenendo con tutte le sue forze per non toccarmi.
Lo odiavo.
«Ho visto cos’è successo stamattina, in quella cucina», disse di punto in bianco.
Trasalii, tirandomi indietro di scatto. Stava… stava parlando di quello che era accaduto con Marc? Come faceva a saperlo? Poi capii. Una microcamera. Chissà quante altre ne aveva piazzate in giro per la casa, mentre io ero di guardia alla camera di Marc.
Un senso di vergogna mi invase, facendomi schizzare il battito alle stelle. Mi aveva visto approssimarmi al mio migliore amico come una leonessa pronta ad avventarsi sulla gazzella. Mi aveva visto perdere il contatto con me stessa.
Aveva visto affiorare il sicario forgiato da lui e Ekaterina.
Aprii la bocca per dire qualcosa, ma nulla ne uscì.
André espirò pesantemente dalle narici, l’espressione inflessibile. «Fa’ il tuo lavoro e torna a Véres. Oggi.»
Raddrizzai le spalle con piglio determinato. «Non porterò a termine la missione. Dirò a Ekaterina che scelgo di diventare una sentinella della città.»
All’improvviso i suoi occhi mandarono lampi. «E nel momento in cui lo farai, lei ti ammazzerà.»
Tentai di non rabbrividire. «Possiamo scegliere.»
«Le altre possono. Tu no. Tu sei diversa per la Regina.»
Distolsi lo sguardo con rabbia.
Un istante dopo lui mi ghermì per la mascella, gli occhi che divoravano i miei. «Lei vuole il tuo dolore e la tua resa. Se andrai contro il suo volere, ti farà giustiziare.»
Non replicai.
Non mi interessava.
André mi aveva salvato la vita una volta, non poteva farlo di nuovo. Non volevo.
Se aveva ragione, allora avrei affrontato il mio fato a testa alta.
Lentamente, mi sottrassi alla sua presa e mi girai per osservare i miei genitori per l’ultima volta. Mi portai le dita alle labbra e mandai loro un bacio, asciugandomi la lacrima che, solitaria, mi solcò la guancia.
«Non importa quello che provo per te», dissi, il tono che incarnava desolazione. «Ero felice. Ero amata. Amavo così tanto.» Trassi un profondo respiro, quindi ruotai nuovamente verso André. «Poi sei arrivato tu. Sei un tornado che si lascia dietro solo macerie.» Boccheggiai, combattendo per ingoiare il magone e il rancore che distorcevano la mia voce. «Tu mi hai tolto tutto. E non ti perdonerò mai, mai per questo.»
André rimase stoico, scrutandomi dall’alto con severità.
Sapendo che non avrebbe aggiunto altro, me ne andai, i pezzi del mio cuore che piombavano sui sampietrini passo dopo passo.


GRAPHIC TEASER




GUARDA IL BOOKTRAILER




PARTECIPA AL GIVEAWAY

a Rafflecopter giveaway


“Buona sofferenza” Queste sono le parole esatte che la regina del Dark Romance, ovvero Chiara Cilli, ha scritto nella mail in cui era allegato il link per scaricare L’Arc del suo ultimo romanzo.
Potete immaginare come mi sono sentita dopo averle lette? Ero nel panico!
Se da un lato ero smaniosa dalla voglia di immergermi nel mondo oscuro dei Lamaze, dall’altro lato ero terrorizzata. Preoccupata per l’incolumità del mio povero cuore
Avevo il sospetto che questo libro avrebbe fatto male, ma dopo la mail non avevo più alcun dubbio: il mio cuore ne sarebbe uscio ridotto a brandelli sfilacciati e sanguinanti perché ormai lo sappiamo tutti; Chiara Cilli sa usare le parole proprio come il piccolo Andrè sa usare un arma da taglio. Le sue parole sono affilate come coltelli e non lasciano alcuno scampo.
Ci deve essere una vena di masochismo in me, perché anche se i suoi libri mi lasciano, ogni volta, distrutta io non ne posso fare a meno ed è bellissimo provare quel genere di emozioni che ti strisciano sotto pelle e ti portano in luoghi oscuri e perversi tirando fuori il mio lato più tenebroso.

mercoledì 9 agosto 2017

W...W...W...WEDNESDAY #127


Buon pomeriggio lettori splendidi,
parto subito con il  W…W…W…Wednesday –rubrica  inventata dal blog Should be reading – senza perdermi in chiacchiere.
Bando alle ciance e partiamo subito, come sempre vi ricordo che potete partecipare tutti rispondendo alletre domandine che trovate qui sotto.
·         What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

·         What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

·         What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?)
Inizierò a breve una lettura in anteprima,un libro che attendevo da tempo e che non vedo l’ora di iniziare, sto parlando della Crownover con il secondo capitolo della serie Welcome to the point  “Big Love

martedì 8 agosto 2017

RECENSIONE: OGNI BATTITO DEL CUORE - GINGER SCOTT

Titolo: Ogni battito del cuore

Serie: Falling#1

Autrice: Ginger Scott

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione 20 luglio 2017

Pagine: 288

TRAMA:

Prima ho dovuto ricordare come si respira. Poi ho dovuto imparare a sopravvivere. Sono passati due anni, tre mesi e sedici giorni dalla Rowe Stanton di un tempo, da quando la tragedia mi ha rubato la giovinezza e il cuore. Quando sono partita per il college, ho messo mille miglia tra il mio futuro e il mio passato. Ho fatto una scelta: riattraversare il confine, per stare con i vivi. Ma proprio non sapevo da dove cominciare.
E poi ho incontrato Nate Preeter.
Un giocatore di baseball nella All-America, che non avrebbe dovuto neppure accorgersi di un fantasma come me. Ma l'ha fatto. Non avrebbe dovuto chiedere il mio nome. Ma l'ha fatto. E quando ha scoperto il mio segreto e ha visto le cicatrici che aveva lasciato, sarebbe dovuto scappare. Ma non l'ha fatto.
Il mio cuore era morto, e non sarei mai dovuta appartenere a nessuno. Ma Nate Preeter mi ha fatto ricominciare a provare qualcosa, e mi ha fatto desiderare di essere sua. Mi ha mostrato tutto ciò che mi stavo perdendo. E poi mi ha mostrato come si cade.
 

Cosa Penso:

Ogni battito del cuore” – primo capitolo della serie Falling – di Ginger Scott lo avevo adocchiato diverso tempo fa, e appena ho visto l’anteprima l’ho immediatamente aggiunto alla mia lista dei desideri.
La storia che ci narra l’autrice è quella di Rowe Staton e Nate Preeter.
Rowe Stanton era al liceo quando ha perso ogni cosa. Una terribile tragedia le ha strappato gli anni più belli della sua vita e le ha spezzato irrimediabilmente il cuore. Per due anni Rowe ha messo in stand-by tutto il suo mondo, privandosi di una vita normale, troppo spaventata anche solo per uscire di casa e andare a scuola. Da due anni studia al sicuro delle sue quattro mura domestiche come privatista, ma ora il liceo è finito e il college sta per iniziare e se vuole costruirsi un futuro sa bene che deve ricominciare a vivere e riprendere in mano le redini della sua vita.
Con enorme sorpresa per i suoi genitori, sceglie un college lontano parecchiE miglia da casa, anche se è terrorizzata perché stare in mezzo alla gente le scatena attacchi di panico improvvisi e non è brava nei rapporti sociali, sa bene che l’unico modo per ricominciare a vivere è mettere più distanza possibile dal luogo in cui tutta ha avuto inizio.
Nonostante la paura che non l’abbandona mia e gli incubi che infestano le sue notti, il college si rivela essere il posto adatto a lei, il luogo in cui poco alla volta le tenebre lasciano spazio alla luce e dove grazie all’aiuto di nuove amicizie trova il coraggio di lasciare andare il passato.
Cass e Paige e Ty sono figure splendide e importanti per il suo processo verso la guarigione, ma è soprattutto Nate Preeter che con una dolcezza e pazienza infinite rimette insieme i pezzetti del suo cuore per farlo tornare a battere più forte di prima.
 Gli amici aiutano a guarire. Ma Nate è più forte di quello. E lui sta riportando in vita parti di me che pensavo fossero morte definitivamente.
Ogni battito del cuore” è un new adult e sport romance, e se mi seguite da un pò sono certa che saprete quanto adori questo genere di storie, le amo talmente tanto che difficilmente so resistere da acquistare questo genere di romanzi, mi basta una trama accattivante e qualche recensione positiva per convincermi a cliccare sul tastino giallo “acquista con un click”  di amazon e tuffare il naso tra le pagine. E anche questa volta è andata proprio così.