martedì 27 ottobre 2015

SEGNALAZIONI MADE IN ITALY #17




Giorne Readers,
eccomi qui con un nuovo appuntamento dedicato alle segnalazioni made in Italy. Teoricamente queste rubrica doverebbe essere a cadenza settimanale, ma ho notato che non riesco a stare dietro a tutte le richieste che mi vengono fatte, quindi ho pensato di modificare un pò la mia organizazione e renderlo un appuntamento mensile. Comunque troverete tutte le informazioni necessari nella sezione contatti del blog. quindi fate click Qui.

Ne approfitto per scusarmi, con gli autori che mi hanno richiesto le segnalazioni, per il ritardo con cui ho pubblicato questo post, ma tra lo studio, le recensioni sul blog e la mia vita sociale ho avuto davvero poco tempo... quindi scusate tantissimo!! Ma veniamo subito alla carrellata di romanzi:




Titolo: Lucca Ognissanti e Zombie
Autrice: Rossella Romano
Genere: Horror
Casa Editrice: Self-Publishing
Prezzo: 0.99 per tutto il mese di ottobre
Pagine: 89
Trama:

Sabato, 1° Novembre 2014, Lucca 
All’apertura dello stand Umbrella, la prima persona a sedersi alla postazione di Trucco Zombie è un uomo misterioso, che porta una ventiquattrore e indossa un formale completo nero dall’aria costosa. 
Qualche ora dopo, Martina, una giovanissima cosplayer vestita da Sherlock Holmes, allena le proprie capacità deduttive guardandosi intorno. Nota l’espressione fin troppo realistica di uno dei ragazzi seduti al tavolo accanto, quello truccato da zombie: sembra che abbia davvero il cervello spento e sta… oh, sta proprio sbavando nella vaschetta delle patatine… 
Buona lettura.
DOVE ACQUISTARLO:


NOTE DELL’AUTRICE:

“L’idea per questo racconto, (autoconclusivo, di circa 90 pagine), è nata esattamente quel giorno, a Lucca. Ha continuato a tormentarmi per tutto l’anno. “Scrivimi, scrivimi…”
So di essermi avventurata in un sottogenere già saturo, di cui oltretutto non ho una conoscenza specifica, (anche se il classico “Fog” di Carpenter rimane uno dei miei film horror preferiti), ma, dopo aver buttato giù di getto il primo capitolo ad agosto, essermi persa il secondo per un salvataggio sbagliato alla fine di settembre e averlo riscritto ai primi di ottobre… sono entrata in quell’esaltante stato d’animo in cui continuo a lavorare anche quando non sono più, o non sono ancora, davanti al computer, e so per esperienza che da momenti così non nascono mai storie che non valesse la pena scrivere. Io, di certo, mi sono divertita oltre ogni dire.


Un’ultima cosa: molti dei cosplayer che compaiono nel testo erano effettivamente presenti a Lucca quel giorno, o in quelli adiacenti. Alcuni, che conosco personalmente, hanno chiesto di esserne parte, molti altri sono attori inconsapevoli. Spero che nessuno me ne voglia: questo racconto è, prima di tutto, un ringraziamento per chi organizza l’Evento, per Lucca, (la cui cinta muraria è stata resa un po’ più invalicabile per amor d’avventura), per i suoi abitanti e per lo strano popolo che ogni anno la invade, trasformandola in un luogo davvero unico al mondo.”




Titolo: Poison
Autrice: Daniela Ruggero
Genere: Dark romance
Casa Editrice: Self-Publishing
Data di pubblicazione: settembre 2015
Prezzo: 1.99
Pagine: 164
Trama:

Sara è una ragazza semplice, dal viso pulito e dal sorriso gentile. La sua vita è stata segnata da un'infanzia dolorosa. Andrea è il rampollo di una famiglia ricca e potente, tradito dal suo più grande amore chiude le porte della sua anima trasformandosi in un cinico maniaco del controllo.
Il destino li unisce in un incontro casuale e sfuggente. I loro sguardi si incrociano e da quel momento nulla sarà più come prima. Nell'intensità di una storia dettata dal possesso e dalla passione portata al limite, Sarah e Andrea condivideranno le vite, mescolando il dolore dal loro passato alla speranza per il futuro. Ma può un cuore traboccante di rabbia tornare ad amare?
DOVE ACQUISTARLO:


ESTRATTO:

Andrea appoggiò la forchetta sul piatto, afferrò il tovagliolo e si tamponò le labbra. Alzò gli occhi glaciale. Soffocai nel panico che le mie ultime parole fossero l'epigrafe sulla nostra unione.
« Che cosa vuoi da me Sara? Ho soddisfatto ogni tuo capriccio, ogni tua voglia, ogni tuo desiderio. Io sono stato tutto ciò che desideri da quando hai imparato a respirare come una donna. »
Scoppiai in lacrime lacerata dalle mie debolezze, mi sarei inginocchiata chiedendogli perdono per qualcosa di cui non avevo colpa. « Che cosa vuoi da me Sara?»
Esplosi. «Amami. Ti prego Andrea amami, in qualche modo, in qualsiasi modo, ti prego... »
Mi raggiunse e mi strinse tra le sue braccia forti. « Posso darti solo il veleno della mia anima. E' questo che ti darò. »
Io alzai gli occhi e lo guardai implorante. «Preferisco morire di te che per la tua mancanza.»

NOTE SULL’AUTRICE:

Daniela Ruggero nasce a Torino il 30 Settembre 1976, sposata e mamma.
Nella vita di tutti i giorni è un'infermiera mentre nel tempo libero scrive. E' una lettrice compulsiva dipendente dal genere Horror e Noir. Ama il Fantasy in tutte le sue sfaccettature, ma non disdegna una buna storia anche se non fa parte di queste categorie. Ama le serie televisive come Supernatural e simili e Dexter Morgan è il suo serial killer preferito.
Autrice della Saga Dark Fantasy: I Guardiani degli Inferi
La sposa Oscura 24 Agosto 2014 Lettere Animate
Oblio racconto spin off associato alla Sposa Oscura.
Genesi 3 Febbraio 2015 Lettere Animate
La vendette dell' Eletta spin off associato alla sposa oscura.
Poison Dark romace auto pubblicato 04\09\2015

Il suo blog danielaruggero.blogspot.it è nato per creare un contatto con i lettori e per sostenere gli autori emergenti che come lei si affacciano sul panorama letterario italiano camminando in punta dei piedi.
Contatti:





Titolo: Di me diranno che ho ucciso un angelo
Autrice: Gisella Laterza
Genere:  Paranormal
Casa Editrice: Rizzoli
Prezzo: 12,75 cartaceo 9,99 ebook
Trama:
A volte gli angeli cadono. Precipitano dalle loro altezze e sono costretti ad adattarsi a un mondo che non è il loro. Del nostro, di mondo, non capiscono molto: tutto è mistero ai loro occhi,soprattutto le varie forme che assume l'amore.
L'angelo di questa storia vaga sulla terra, incontra diverse persone e, come un bambino, pone domande a cui spesso gli adulti non sanno dare risposta.

DOVE ACQUISTARLO:

AMAZON | KOBO
E su tutti gli store online 

ESTRATTO:

“La vita è fumo, la vita è cenere.  E l’unico modo per vivere è lasciare che entri, che penetri fino in fondo, lasciare che ti annerisca i polmoni. Ed è per questo che ti fa così paura, angelo candido: perché vivere significa inquinare se stessi. Ed è per questo che ti affascina tanto: perché la vita, proprio nell’istante in cui si consuma più intensamente, prende, nell’aria, una bella forma.”


Titolo: Lo Spazio tra di noi
Autrice: Milena Porta
Genere: paranormal -romance (YA)
Casa Editrice: Self Publishing
Pubblicazione: 4 luglio 2015
Prezzo:0,99
Pagine: 579
Trama:
Dorotea, occhi grigi luminosissimi e qualche riflesso blu tra i capelli neri, ha diciotto anni e sta per diplomarsi. Vive con Melinda che si è sempre presa cura di lei sin da quando l’ha trovata abbandonata sulla spiaggia in una gelida mattinata di inverno.
La sua vita cambia inaspettatamente quando un gruppo di ragazzi affascinanti arriva in città. Uno di loro, Dixon, inizia a frequentare la sua stessa scuola. Tra i due ragazzi è odio a prima vista. Per Dorotea lui è insensibile, arrogante e …. bellissimo. La situazione di certo non migliora quando Dixon le si avvicina facendole strane domande. Dice di essere un alieno e che anche lei lo è. Dorotea proprio non gli crede, anzi pensa voglia solo prendersi gioco di lei. Ben presto, però, le ragazze di Nausica cominciano a sparire e Dorotea si trova ad indagare su un fitto mistero affiancata da un impensabile alleato: il compagno di classe Pietro. Col suo aiuto e la complicità di Agesilao, un gatto dagli strani poteri, Dorotea tenterà di trovare una risposta alla sua domanda: Chi è  veramente Dixon e cosa vuole da lei?

DOVE ACQUISTARLO:


ESTRATTO:

Guardo un piccolo masso più a est coperto da un grosso cespuglio di acacia. E’ lì che Melinda mi ha
trovata. Mi domando chi mai avrebbe il coraggio di abbandonare una neonata inerme su questa spiaggia in pieno inverno. Scuoto la testa. La gente è così imprevedibile! Se Melinda non avesse sentito il mio vagito sarei morta? Probabilmente sì.
“Il mare è splendido da queste parti, vero?”
Sobbalzo nell’udire quella voce. Cado giù dalla vetta dei miei pensieri e lo guardo. Ha le maniche arrotolate, i capelli mossi da una leggera brezza. I suoi occhi sono come specchi, di un blu profondo come questo mare.
“Lo penso anche io” concordo.
Mette le mani nelle tasche dei jeans e i nostri sguardi si incontrano.
“Quando è arrivata la tua navicella?”
Rimango interdetta, ho forse capito male?
Poi colgo la sua espressione seria. Scoppio a ridere reclinando il capo.
“Di cosa stai parlando?”
Dixon inclina leggermente il volto “Non hai recepito nessuno dei miei telepensieri?”
Corrugo la fronte.
“Cosa c’è che non va?” mi chiede.
Dixon ha voglia di giocare, è così strano!
Sto al gioco. “Non lo so” mi limito a dire e mi metto a braccia conserte “E poi di che ti impicci? Vuol dire che andrò dal meccanico appena possibile”. La butto sul ridere convinta di fare una battuta. Dixon scuote la testa e mi inchioda con lo sguardo.
Improvvisamente è come se i miei piedi non toccassero più terra, sto volando in quel blu.
Vedo tutto blu, come un’onda gigante che si abbatte su di me e mi trascina con sé.
“Parlavi di navicelle” dico giusto per spezzare quella sensazione. “La tua quando è arrivata?” sono proprio curiosa di sapere cosa si inventerà.
“Un anno fa all’incirca” si fa pensieroso, “Secondo i calcoli terrestri, voglio dire”.
Sollevo un sopracciglio, divertita.
Dixon allarga le braccia esasperato “Senti, l’ho notato subito che sei una di noi, va bene?”
Una di noi chi?
“Non mi avresti passato i pop corn quella sera se non te lo avessi ordinato con la mente e poi hai i riflessi pronti più di chiunque altro”.
Non pronuncio una sola sillaba mentre continuo a guardarlo negli occhi.
“Non serve fingere con me e Zefiro, ok?” un sorriso malizioso si allunga sulle sue labbra.
O Dixon è decisamente fuori di testa o le cose si stanno mettendo davvero male.  Ma, calma! Non può essere vero quello che dice. “Molto divertente da parte tua” sorrido “Dove è che hai imparato questa storia?”
Dixon corruga la fronte “Senti, devi farti vedere subito da un gran maestro”.
Accarezzo con lo sguardo la sua mascella, i suoi zigomi, il profilo del naso, poi risalgo agli occhi. E’ così serio! Mi mordo la lingua per non ridere e scalcio via una conchiglia arenata nella sabbia umida. “Sì, credo che lo farò” rispondo con il massimo grado di ilarità impresso nella voce.
“Allora?” insiste Dixon prendendo a scavare con la punta delle sue Nike nere la sabbia.
“Quale è il nome della tua navicella?”
Certo che si è proprio fissato con questo gioco, eh? Cosa gli frulli per il cervello non lo so, ma nessun ragazzo ha mai pensato di abbordare una ragazza in questo modo.
Continuo ad assecondarlo “Xaria” butto lì il primo nome strano che mi sale in mente.
“Xaria?” mi guarda perplesso “E il numero di targa?”
Sto per rispondergli che il numero di targa non è granché come domanda, ma poiché attende impaziente che io mi esprima, lo faccio “duecentododici” getto lì il numero civico di Eliana.



Titolo : Eclisse
Autore: Angela Maisto
Genere: Romanzo Rosa
Casa editrice : Selfpublishing
Data di Pubblicazione: 31 luglio 2015
Prezzo: 2,99 euro
Pagine: 292
Trama:
Desy McKay possedeva tutto ciò che una ragazza avrebbe potuto desiderare dalla vita: bellezza, intelligenza, ricchezza ed un fidanzato altrettanto ricco e famoso che avrebbe fatto di tutto pur di vederla felice; a sue spese ha dovuto però imparare quanto una telefonata ed una brutale menzogna bastino per stravolgere totalmente la vita. 
Sono passati anni da quella telefonata e la vita di Desy non potrebbe essere più diversa da quella di prima. Una ragazza madre che lavora come cameriera cercando di far quadrare i conti a fine mese con il peso di quella menzogna sulle spalle.
Ma cosa succederà quando il passato busserà di nuovo alla sua porta presentandole il conto?

DOVE ACQUISTARLO:


NOTE SULL’AUTRICE:

Angela Maisto nasce il 1 marzo 1985, in provincia di Napoli. Laureata in Architettura, ha sempre amato perdersi nei vari mondi creati dalla sua fervida immaginazione. Da sempre appassionata di scrittura, pubblica i suoi primi racconti on line all'età di 25 anni riscuotendo un discreto successo. Attualmente, affianca la sua professione di architetto con la passione per la scrittura dilettandosi nell'esperienza di blogger. Eclisse è il suo primo romanzo.


Titolo: AAA cercasi disperatamente un lieto fine
Autore: Ariel
Casa editrice: Selfpublishing
Prezzo: 3.52
Trama:
Jennifer è una ragazza insoddisfatta della propria vita: svolge una professione che non le piace, è fidanzata con un ragazzo che la tradisce e convive con una modella che la obbliga a seguire le sue assurde diete. Così, quando capisce che ha vinto il primo premio alla lotteria Italia, non ci impiega molto tempo a mandare tutti a quel paese e a impegnarsi ad acquistare uno splendido attico in centro a Milano ma... dopo un giorno ricco di soddisfazioni la ragazza si accorgerà che c'è stato un errore, e che non ha vinto proprio nulla! Cosa fare allora? Come rimediare ai danni che ha combinato? Tra le ricerche di un lavoro, nuove conoscenze e la determinazione a volersi tirare fuori dai guai la ragazza vivrà una serie di avventure che la porteranno (forse) a coronare il suo più grande obiettivo: raggiungere un lieto fine perfetto per iniziare un nuovo capitolo, altrettanto meraviglioso, della sua vita.
DOVE ACQUISTARLO:





Titolo: L’ultimo lavoratore
Autrice: Luca Salmaso
Casa Editrice: Self Publishing
Pubblicazione: aprile 2015
Prezzo:1,99
Pagine: 42
Trama:
In un futuro non troppo lontano, è avvenuto un cambiamento epocale nella civiltà umana: il lavoro umano si è estinto… o quasi. Pochi irriducibili si ostinano a non lasciare la terra degli avi, per confluire nello spietato conformismo della nuova società comunitaria, frutto di una rivoluzione globale. Quando l’ispettore Maran viene inviato nelle colline padovane per investigare sulla morte sospetta dell’ultimo lavoratore della zona, non può sapere che sarà per lui l’inizio di un viaggio, costellato di incontri e pericoli, che lo condurrà a scoprire una verità sconvolgente. Una verità da tramandare alle prossime generazioni, quale estremo tentativo di salvare la libertà e la democrazia.

DOVE ACQUISTARLO:


NOTE SULL’AUTORE:



Luca Salmaso nasce a Torino e vive a Saonara (Padova). Lavora come tecnico e nel cassetto tiene, per ogni evenienza, una laurea in scienze politiche. Gli piace camminare in montagna e guardare i crateri lunari con un piccolo telescopio. E’ sempre stato affascinato dal concetto di frontiera, confine, in senso scientifico e filosofico e ci ha voluto fare un blog (“frontiere” lucasalmaso.blogspot.com) anche se, purtroppo, riesce a dedicarci poco tempo. Tra i suoi riferimenti letterari spiccano Chandler, Simak, Bradbury e ricorda con nostalgia le letture giovanili di Hesse e Pavese.

Allora ragazzi, c'è qualche lettura che vi ispira? fatemelo sapere con un commentino qui sotto.
Per il momento vi saluto e ci vediamo dopo con un interessante recensione.

10 commenti:

  1. Grazie per la segnalazione!
    Rossella

    RispondiElimina
  2. Grazie per lo spazio. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Ho letto "Di me diranno che ho ucciso un angelo" e mi è piaciuto tantissimo, lo stile di Gisella è molto "fiabesco" e questo ha reso la sua storia ancora più magica! Te lo consiglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, grazie allora ci farò un pensierino ;)

      Elimina
  4. Ciao! Ho letto "Lo Spazio tra di noi" di Milena Porta e mi ha lasciata a bocca aperta!!! E' un fantasy davvero originale con una storia d'amore dolce come un dessert, ironica in modo effervescente e con un pizzico di atmosfera thriller! Lo consiglio vivamente!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela, sembra interessante lo metto in lista ;)

      Elimina
  5. Grazie per la segnalazione,ti scrivo ora perchè ho da poco attivato il profilo Google... Buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ariel, non ti preoccuapre!
      Buon anno anche a te ;)

      Elimina