venerdì 26 agosto 2016

RECENSIONE: IL CONTRATTO - ELLE KENNEDY

Titolo: Il contratto

Serie: Off Campus#1

Autrice: Elle Kennedy

Casa Editrice: Newton Compton

Pagine:

Data di pubblicazione: agosto 2016

Trama:


Hannah Wells è una studentessa modello. Una di quelle ragazze intelligenti che al college non godono di nessuna popolarità. Ora si è presa una bella cotta per il ragazzo più fico della scuola, ma c’è un problema: per lui Hannah non esiste. Come fare per farsi notare?

Garrett Graham è un bad boy, ed è anche uno dei ragazzi più popolari della scuola, grazie alle sue imprese sul campo da hockey. Ma le speranze di un grande futuro rischiano di andare in fumo perché i suoi voti sono troppo bassi. Avrebbe bisogno di un aiuto per superare l’esame finale e poter diventare un giocatore professionista…E allora è naturale che i due stringano un patto. Hannah sarà la tutor di Garrett fino alla fine dell’anno. In cambio, Garrett fingerà di uscire con lei per accrescere la sua fama: a quel punto tutti la noteranno di sicuro. Ma qualcosa va storto e quel bacio in pubblico, tra Hannah e Garrett, non sembra poi così falso…
 

Cosa Penso:


Chi segue il mio blog sa bene che sono un amante del New Adult, ne ho letti parecchi in questi anni – in quanto un buon 70% delle mie letture appartiene a questo genere – ma ultimamente faticavo a trovarne uno che riuscisse a coinvolgermi, appassionarmi, stupirmi in una parola conquistarmi, ma Elle Kenndy con la sua storia ci è riuscita!
Ammetto che all’inizio nutrivo parecchio scetticismo nei confronti di questo libro, avevo letto in rete diverse recensioni non troppo gratificanti e temendo una delusione ci ho messo un po’ ad iniziarlo. Ammetto anche di aver cominciato questa lettura più per noia che per reale voglia e interesse, ma nel giro di pochissimo tempo mi sono trovata totalmente risucchiata nella storia e sono davvero felice di aver concesso una possibilità a questo libro.
Il Contratto” il primo capitolo della serie Off Campus di Elle Kennedy è un New Adult nel senso più classico del termine;
-         Personaggi in età universitaria.
-         Ambientazione collegiale (che adoro!)
-         Passati complicati che donano al racconto quel pizzico di dramma che non guasta mai.
So bene che raccontato in questi termini questo romanzo non sembra niente di speciale, ma può tranquillamente passare per una storia come tante, già vista e letta e stra-letta. E in effetti se vogliamo essere pignoli questo romanzo non è niente di originale per quanto riguarda la trama, che è abbastanza scontata, in quanto tutti possiamo intuire come andrà a finire, ma ciò che rende davvero speciale questo libro è lo stile dell’autrice. È scoppiettante e spumeggiante, caratterizzato da dialoghi divertenti e siparietti comici che rendono la storia scorrevole e appassiona il lettore che si trova a divorare in pochissimo tempo una pagina dietro l’altra.

 Il primo libro della serie Off Campus segue le vicende di Hanna Wells e Garrett Graham.
Hannah e Garrett sono due personaggi agli antipodi, ai lati opposti della piramide sociale collegiale.
Lei è la classica brava ragazza.
Intelligente, studiosa e diligente si sta impegnando duramente per riuscire ad ottenere una borsa di studio per non dover più dipendere dai suoi genitori che stanno facendo troppi sacrifici per lei.
Hannah non gode di nessuna popolarità all’interno del campus, troppo riservata cerca sempre di passare inosservata e non attirare troppo l’attenzione, e ora che si è presa una bella cotta per Justin – uno dei ragazzi più fighi della scuola e campione della squadra di football – lui non sa nemmeno della sua esistenza  e Hannah vorrebbe tanto che lui la notasse.
Dall’altro lato c’è Garrett.
Capitano della squadra di hockey, gode di grande popolarità non solo per le sue abilità sportive, ma anche perchè il suo corpo perfettamente muscoloso e il suo essere semplicemente irresistibile che fa di lui una delle prede più ambite tra il corpo studentesco femminile. Garrett è un casanova seriale, allergico alle relazioni stabili perché troppo concentrato sull’hockey – l’unica attività su cui concentra tutte le sue forze. Sogna di diventare un campione e giocare come professionista, ma per farlo deve avere una media alta in tutte le materie, in caso contrario il coach della squadra non lo farebbe più giocare.
Il suo sogno di diventare un professionista viene messo seriamente in pericolo dal compito di Etica, tutta la classe ha ottenuto voti disastrosi, e la sua F fa precipitare in modo clamoroso la sua media. L’unico modo per tenersi stretto il posto nella squadra è rimediare quel votaccio, e per farlo deve almeno prendere una B nel compito di recupero, ma da solo non può di certo farcela. Ha un disperato bisogno di un tutor. Qualcuno che lo aiuti a studiare e gli spieghi per bene la materia.
Ma chi può aiutarlo?
Ovviamente l’unica ragazza di tutto il corso che ha preso una A+, il voto più alto: Hannah.
Ma purtroppo per Garrett, Hanna non sembra per niente interessata a dargli una mano e questa per lui è una novità assoluta perché le ragazze di solito sono disposte a tutto pur di
fare qualcosa per lui. Garrett è costretto a passare all’artiglieria pesante, in un modo adorabile la stalkera seguendola ovunque, flirta con lei e prova a farla capitolare in ogni adorabile modo, ma Hannah sembra essere irremovibile e del tutto immune al suo irresistibile fascino. Solo quando Garrett scopre della cotta di Hannah per Justin, riesce ad ottenere quello che vuole proponendole un interessante patto.
Se Hannah diventerà il suo tutor, lui in cambio le donerà la fama necessaria per essere notata da Justin.
In che modo? Molto semplice; fingendosi il suo compagno! Così, Hanna, otterrà in tempi brevissimi popolarità e notorietà e il farsi vedere con lui la renderà desiderabile per gli altri ragazzi, che essendo predatori per natura, faranno di tutto per poter uscire con lei.
Ed è così che tra lunghe sessioni di studio, e ore passate a guardare insieme breaking bed Hanna e Garret si rendono conto di aver parecchie cose in comune, e poco alla volta diventano ottimi amici  fino a quando sentimenti più forti ci mettono lo zampino e diventa tutto dolcemente romantico.
Hannah Wells è… meravigliosa. Lei è straordinariamente in sintonia con me, con i miei stati d’animo, con la mia sofferenza. Non sono mai stato con nessuna che riuscisse a comprendermi così bene.
Non c’è nessuno migliore di lui. Garrett è l’uomo migliore che io abbia mai conosciuto. E non soltanto perché è intelligente e sensuale, e simpatico, e molto più dolce di quanto avessi mai creduto. Lui mi fa sentire viva. Eh sì, bisticciamo, e certo, la sua impertinenza a volte mi fa impazzire, ma quando sto con lui mi sento completa. Mi sento di poter abbassare completamente la guardia e non dover temere di essere ferita o che ci si approfitti di me, o di poter avere paura, poiché Garrett Graham sarà sempre presente per amarmi e proteggermi.
Come vi ho già detto poco più su dalla trama questo romanzo sembra il classico romanzetto rosa, dove il più figo e popolare della scuola perde la testa per la ragazza un po’ sfigatella che non si fila nessuno perché troppo secchiona per alzare la testa dai libri. Ma vi garantisco che non è così.
Una cosa che ho apprezzato davvero tanto di questo libro è il fatto che l’autrice riesce a trattare tematiche delicate con tatto e leggerezza, in modo da non rendere la lettura troppo pesante e opprimente. In oltre per rendere il tutto ancora più leggero riesce a stemperare ulteriormente gli attimi più duri tramite dialoghi divertenti tra i due protagonisti, che vi garantisco sono un vero spasso.
Hannah e Garrett, in passato, hanno fatto i conti con esperienze traumatiche – che non vi dirò per non cadere nello spoiler – ma anche se le loro esperienze li hanno toccati profondamente e segnati fanno in modo di vivere il presente senza esserne troppo condizionati, anche se è difficile soprattutto per Hannah, che però cerca di affrontare la vita al meglio godendosi ogni esperienza possibile anche se con fatica.


Hannah e Garrett insieme sono un autentico spasso. Il loro rapporto caratterizzato da arguti botta e risposta mi ha più volte strappato sonore risate e sorrisi.
Pur essendo molto diversi, insieme sono semplicemente fantastici e non è proprio possibile non fare il tifo per loro, o schierarsi nel #TeamGarrett.
Personalmente mi sono innamorata di lui all’istante – so che non è una novità siccome mi innamoro ogni volta che inizio un nuovo libro – ma vi sfido a non perdere la testa per questo adorabile ragazzo con gli occhi grigi e la lingua malandrina. Sono pronta a scommettere che la maggior parte di voi lo vorrebbe come book-boyfriend.
Garrett è il più classico dei bad boy; arrogante, saccente e con un ego grosso quanto il Texas che lo rende molto sicuro di se. È uno sportivo, il campione della squadra di hockey, ed è abituato ad avere schiere di donne che aprono le gambe per lui con uno solo schiocco di dita, e lui non ha mai rifiutato un po’ di sesso senza impegno… del resto è un casanova impenitente.
Ma quando nella sua vita arriva Hanna tutto è destinato a cambiare, perché quella ragazza così poco popolare e riservata  non pende dalle sue labbra come tutte le altre, non è disposta ad assecondarlo pur di avere una possibilità con lui, e non si lascia minimamente incantare dai suoi tentativi di seduzione per ottenere ciò che vuole. Ma al contrario, Hannah gli rende le cose davvero difficili; risponde per le rime ad ogni provocazione ed è fermamente convinta che Garrett sia un autentico idiota, e la cosa più divertente è che non fa niente per nascondere la sua convinzione.
Questa è una delle novità che più ho apprezzato, mi è piaciuto vedere una protagonista femminile tosta, che non solo non si lascia abbindolare dal bell’imbusto, ma che ci mette un po’ a capitolare.
Garrett, infatti, è il primo a rendersi conto dei suoi sentimenti, forse a dimostrazione della  sua teoria dell’uomo cacciatore e di quanto sia attratto da prede irraggiungibili sia vera, perché più Hannah fa la difficile e più Garrett si rende conto di quanto è bello avere al suo fianco una ragazza con cui condividere le piccole gioie quotidiane, ma anche le difficoltà che la vita presenta. Per la prima volta in vita sua si trova a relazionarsi con una ragazza al di fuori della camera da letto e sorprendentemente si rende conto che non è poi così male.
Lei prova a fare un passo nel corridoio, ma io la afferro per una mano e la bacio di nuovo, e questa volta non è un bacetto. La bacio profondamente, perdendomi nel suo sapore e nel suo calore, e in tutto ciò che fa parte di lei. Non me lo sarei mai aspettato. A volte una persona ti entra dentro di soppiatto, e all’improvviso non riesci a capire come tu abbia potuto vivere senza di lei fino a quel momento. Come abbia fatto a trascorrere le giornate e a uscire con gli amici, e a scoparti qualcun altro senza che nella tua vita ci fosse quella specifica persona importante. Hannah interrompe il bacio con una tenera risata. «Scegli una stanza», mi provoca.
Decido che potrebbe essere arrivato il momento di rivedere la mia posizione sulle fidanzate.
Ed è proprio a questo punto della storia che il nostro Garrett si trasforma in un romanticone che fa battere il cuore all’impazzata e che risveglia stormi di pterodattili impazziti che svolazzano allegramente nello stomaco. 


Ancora una volta mi sono fatta prendere la mano e ho scritto una recensione decisamente lunga, e quindi è proprio il caso di chiuderla qui.
Vi consiglio caldamente questa lettura perché “Il contratto” è uno di quei libri estremamente divertenti che però allo stesso tempo sanno far emozionare con momenti toccanti di vita vera, e battere il cuore durante le scene più romantiche.
Spero davvero che la Newton Compton traduca presto il secondo capitolo della serie, perché non vendo l’ora di conoscere meglio Logan – il migliore amico di Garrett e il protagonista del secondo libro della serie, e credo proprio che anche Logan saprà farci sbavare... volevo dire divertire ;)
Il mio voto:









17 commenti:

  1. Ciao! :) Complimenti per la recensione, il libro mi incuriosiva e, dopo la tua recensione, finisce dritto dritto in wish list! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, a me è piaciuto tanto, spero piaccia anche a te!

      Elimina
  2. Dalla trama non mi avvicinerei mai a questo libro perché sembra come tanti altri che ho già letto, ma grazie alla tua recensione strapositiva forse gli darò una possibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erica ciao!
      Sì la trama è quella tipica di tanti new adult,ma l'autrice con il suo senso dell'umorismo riesce a portare una ventata d'aria fresca, io lo consiglio ;)

      Elimina
  3. Ciao Frency è un piacere leggere una recensione piena di entusiasmo come questa! Non so se questo libro faccia per me in questo momento, in futuro perché no, vedremo! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, ti ringrazio ;) quando un libro mi prende è sempre un piacere scrivere la recensione.
      Se mai deciderai di leggerlo fammi sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  4. Questo è pieno di tutti i clichés che normalmente adoro e quindi credo proprio che lo leggerò, ma penso di farlo in lingua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!!
      Come dicevo è un new adult a tutti gli effetti ci sono un pò di clichè, ma porta anche una ventata di aria fresca grazie all'ironia che trasuda dalle pagine. Per quanto riguarda la lettura in lingua non posso che appoggiarti in pieno ;)

      Elimina
  5. Ciao! Dopo la tua recensione mi sa che sarà uno dei miei prossimi acquisti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho adorato e spero piaccia anche a te ;)

      Elimina
  6. Bella recensione frency! X me questo libro è stata proprio una ventata d'aria fresca. Si la storia puó apparire il solito New adult, ma X come è stata trattata è stata proprio una ventata d'aria fresca! Amo i New adult ma era da un pó che nn mi prendevano così come questo libro! Bellissimi e divertenti di dialoghi tra i due protagonisti! E i temi trattati tutti bene! Newton dacci tutta la serie al più presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica,
      siamo sulla stessa frequenza d'onda e d'accordissimo su tutta la linea. Spero anch'io che vengano pubblicati al più presto anche i seguiti perchè voglio conoscere meglio Logan ;)

      Elimina
  7. Ciao Francy!!
    Caspita quanto ti è piaciuto!! ;)
    Dalla trama onestamente non mi ispira granchè.. forse perchè sembra un po' la solita storia.. o forse per l'ambientazione studentesca/college di cui non vado pazza.
    Non so.. magari ci penso! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine, io le ambientazioni universitarie le adoro, ma so che non tutti lo apprezzano, se per caso deciderai di darci una possibilità fammi sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  8. Ciao Frency! Ho amato Il contratto! Anch'io da tempo non trovavo un new adult che mi appassionasse davvero e finalmente l'ho trovato. Ho apprezzato che l'autrice abbia deciso di trattare un argomento delicato in modo molto aperto e semplice, come qualcosa che la protagonista ha già accettato e superato ma che deve ancora lasciarsi totalmente alle spalle. E poi come non apprezzare questi sportivi? ;)

    RispondiElimina
  9. Leggendo ogni tua recensione viene voglia di leggere il libro in questione. Questo lo hanno adorato tutti e io da brava ho aspettato e aspetto ancora ma a gennaio esce in cartaceo finalmente!!! *_*

    RispondiElimina