martedì 26 aprile 2016

RECENSIONE: IL MIO MIGLIORE SBAGLIO - R.S.GREY

Titolo: Il mio migliore sbaglio

Autrice: R. S. Grey

Casa Editrice: Mondadori

Data di pubblicazione: Aprile 2016

Pagine:333

Trama:

Le selezioni per le Olimpiadi sono alle porte e l'ultima cosa che la diciannovenne Kinsley Bryant deve fare è distrarsi con Liam Wilder. Lui è un calciatore professionista, un bad boy adorato in America e ha tutte le caratteristiche del seduttore di talento: 
• un viso che fa piangere le ragazze √
 
• degli addominali su cui si potrebbe grattugiare il parmigiano (quello buono) √
 
• abbastanza fiducia in se stesso da sfuggire alla forza di gravità √√
 
Per non parlare del fatto che Liam è assolutamente off limits. Proibito. Gli allenatori lo hanno detto chiaramente a Kinsley e alle sue compagne: "concedetevi qualsiasi forma di fraternizzazione extra-allenamento con lui e verrete sbattute fuori da questa squadra più in fretta di quanto voi possiate contare i suoi tatuaggi". Ma ciò non ha fatto che renderlo ancora più attraente. E poi Kinsley ha già contato i tatuaggi visibili e non è certo il tipo di persona che lascia le cose in sospeso...
La chimica tra lei e Liam è innegabile e presto si trovano costretti a combattere per tenere segreta la loro storia – tra paparazzi invadenti, compagne di squadra invidiose, dubbi e fraintendimenti. Ma entrambi sono determinati a vivere il sogno sportivo quanto il loro amore e nulla riuscirà a dividerli o scoraggiarli...
 

Cosa Penso:


Sono diverse settimane che mi imbatto in letture forti e intense, letture che scuotono con prepotenza i miei sentimenti portandomi su delle montagne russe di emozioni. E non mi sto di certo lamentando, adoro libri che sanno colpire il cuore del lettore, ma dopo aver letto tre romanzi di questo tipo uno dietro l’altro, mi serviva una pausa e avevo un bisogno disperato di una lettura leggera, spensierata ma che allo stesso tempo sapesse divertirmi senza annoiarmi, e ovviamente con una buona dose di romance. Che sapete, è un ingrediente fondamentale per me. E questa è stata proprio la lettura giusta al momento giusto.

Il mio migliore sbaglio” è un sport romance, un romanzo stand alone  di R.S. Grey. Ammetto in tutta onestà che non sono affatto un amante del calcio, forse tra tutti gli sport è quello che mi piace meno, e non sono mai stata una patita della vita fatta di eccessi dei calciatori, ma volevo comunque dare una possibilita a questo romanzo, che dalle recensioni lette in rete, sembrava essere proprio quello di cui avevo bisogno. E meno male che non mi sono lasciata condizionare dai miei pregiudizi su calcio e calciatori perché è stata davvero una lettura molto piacevole.

Kinsley Bryant è una matricola alla ULA, una stella nascente del calcio e ha passato tutta la sua vita a migliorarsi in questo sport. Arrivata al college è stata subito ammessa nella squadra femminile, è una delle migliori e in lizza per le selezioni delle olimpiadi.
Ha una vita da sogno penserete voi, ma non è proprio così, perché Kinsley ha una sfiga nera con gli uomini. Il suo primo ragazzo l’ha tradita e il suo attuale ragazzo – con cui sta da quattro mesi – si è fatto beccare a letto con una Barbie bionda ossigenata, proprio il giorno del suo compleanno (TANTI AUGURI KINSLEY. SORPESA!!).
Ma Kinsley non ha nessuna intenzione di piangersi addosso, e per superare la delusione amorosa decide di festeggiare con le sue nuove compagne di squadra partecipando alla mitica festa della LA Star – la squadra di calcio più famosa degli Stati Uniti.
Ed è proprio a quella festa che tutto ha inizio, con un vestito succinto, un diadema in testa e una buona dose di alcol che le scorre nelle vene conosce il calciatore più popolare, più dannatamente sexy e più Dongiovanni degli Stati Uniti: Liam Wilder.
Ma Liam Wilder non è solo l’esemplare maschile più dannatamente sexy che esista sull’intero emisfero occidentale, con i suoi capelli chiari e gli occhi grigi, la pelle perfettamente abbronzata e adorabili muscoli perfettamente tatuati in tutti i punti giusti. È anche totalmente offlimits!
Proibito.
Inaccessibile. 
Vietato avvicinarsi a lui.
Liam è il nuovo aiuto coach della squadra femminile del college, e l’allenatrice è stata chiarissima riguardo agli incontri con Liam:
« È un grande giocatore e potrà insegnare molto a tutte voi. Ciononostante, sento di dover chiarire che non è qui per il vostro intrattenimento personale. Per ogni forma di fraternizzazione extra-allenamento, vi pregherei di usare buonsenso… Non mi crea nessun problema sbattervi fuori da questa squadra più in fretta di quanto voi possiate contare i tatuaggi di quell’uomo.»
Ma ovviamente quando una cosa è proibita e ancora più dannatamente attraente, se poi a questo aggiungiamo anche l’incredibile chimica e attrazione irresistibile che crepita tra Kinsley e Liam quando sono a distanza ravvicinata, ecco che resistere diventa semplicemente impossibile.
Per quanto entrambi cerchino di combattere quello che provano l’uno per l’altra, a volte stare lontani è semplicemente impossibile, e quindi, ha così inizio una relazione segreta e che deve rimanere tale, se Kinsley ci tiene al suo posto in squadra. Ma tra i paparazzi sempre alla ricerca dell’ultimo scoop bollente, e compagne di squadra invadenti e gelose mantenere una relazione segreta non è poi così facile…

Come sono certa si capisce anche dalla trama, senza dubbio, questo non è uno dei romanzi più originali dell’anno. Credo che tutti possano intuire come va a finire. Ma ciò che rende questa storia accattivante, e che fa divorare più di 300 pagine in pochissime ore, è lo stile dell’autrice.
Uno stile fresco e giovanissimo, dove numerosissimi sono i riferimenti alla cultura letteraria, musicale e televisiva quotidiana. Ma credo che il punto di maggiore forza di questo libro, sia il senso dell’umorismo che trasuda dalle pagine e che rende il tutto non solo super scorrevole e incalzante, ma anche divertentissimo e super spassoso. In più di un occasione mi sono trovata, durante la lettura, con un sorrisino idiota stampato sulle labbra, e più volte sono scoppiata a ridere nel silenzio della mia camera.
I personaggi principali, ma anche alcuni dei secondari, bucano le pagine con il loro umorismo contagioso.
A partire dalla protagonista Kinsley – che è una vera forza della natura. Ha soli diciannove anni, ma ha ben chiaro quale sarà il suo futuro. Lei vuole diventare una calciatrice professionista e combatte con le unghie e con i denti per ottenere quello che vuole. E non si lascia ostacolare da nessuno, anche se non mancano le persone che tentano in tutti i modi di metterle i bastoni tra le ruote.
Kinsley, anche se vuole diventare una calciatrice è comunque una ragazza semplice. Una ragazza che odia stare al centro dell’attenzione e non vuole sbandierare la sua vita privata ai quattro venti, anche se una relazione con un calciatore professionista è difficile da nascondere e da tenere segreta.
Nonostante le cocenti delusioni d’amore avute nel suo passato, con Liam si apre e gli da fiducia all’istante, ed è pronta a vivere con lui una grande storia d’amore. Ed è dolcissimo vederli insieme.
Liam ha la fama del casanova impenitente, quello che salta da un letto all’atro, quello che si fa fotografare con modelle bellissime con cui ha relazioni brevissime. Ha la fama del bad boy stronzo e arrogante, ma nonostante l’aspetto tatuato e muscoloso in lui non c’è niente del vero badass, perché è semplicemente dolcissimo e lo dimostra da subito.
Si certo, da giovane (ha ventisei anni – non che adesso non sia giovane) ha forse ha avuto uno stile di vita un po’ sregolato e si è fatto prendere la mano con le donne, del resto è un
calciatore di successo. Ma molto quello che i giornali dicono di lui sono tutte balle. E lo dimostra a Kinsley con un affetto  smisurato e tanto amore.
Si innamora di Kinsley praticamente all’istante ed è disposto a tutto pur di proteggere la ragazza che ama e per far si che la loro relazione non diventi un ostacolo per lei e per il suo futuro calcistico.
Insieme Liam e Kinsley sono adorabili e perfetti, i loro scambi di battute mi anno più volte fatta sorridere e negli attimi romantici ho sospirato con gli occhi a forma di cuore.
Vi sfido a non innamoravi all’istante di lui.
Tra i personaggi secondari come non citare Becca – la migliore amica di Kinsley. Lei è un vero spasso.
È la migliore amica che tutti vorrebbero avere e non solo perché sta vicina a Kinsley quando ha più bisogno di lei, ma perché è di una simpatia senza pari. Le sue continue battute mi hanno fatta piangere dal ridere. Sarebbe davvero bello leggere un libro dedicato a lei.

Come al solito questa recensione che doveva essere breve sta diventando interminabile, quindi la chiudo qui consigliandovi questa lettura. Perché è divertente, spassosa e frizzantina e con quel tocco di romance e scene sexy che non guastano mai per gli amanti del genere.
 Il mio voto:






6 commenti:

  1. Volevo farci un pensierino... poi mi hai detto che è divertente, spassoso e frizzante xD ahahahahahahah :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara, si è una lettura frizzantina. Non conosco benissimo i tuoi gusti, ma mi sembra molto diverso da quello che sei solita leggere... non so poi magari ti piace! ;)

      Elimina
  2. Io ce l'ho già in lista e dopo la tua recensione mi sono convinta ancora di più :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, curiosa di sapere se siamo d'accordo ancora una volta!

      Elimina
  3. Ciao Frency! Sono titubante su questo libro, la mia amica l'ha iniziato e mi ha detto che non è male ma lento, però la tua recensione mi ha chiarito meglio le idee =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess,
      io non l'ho trovato lento personalmente, poi con i libri è tutto molto soggettivo. L'ho trovato divertente e frizzante. E' una storia leggera, se cerchi uno di quei New Adult intensi e colmi di emozioni sicuramente qesto non è il genere di libro che fa per te ;)

      Elimina