venerdì 29 giugno 2018

RECENSIONE: OGNI NOSTRO SEGRETO - KATIE MCGARRY


Titolo: Ogni nostro segreto

Serie: Pushing the limits #5

Autrice: Katie McGarry

Casa Editrice: DeAgostini

Data di pubblicazione: 26 giugno

Pagine: 418

TRAMA:
Per Abby e Logan la vita è una partita, e a entrambi piace giocare. Spesso con il fuoco. Ribelle e indipendente, Abby lascia entrare solo pochissime persone nella sua cerchia. Non si fida di nessuno. E non è disposta a cedere all’amore. Mai. Perché quello che fa per racimolare spiccioli è un lavoro troppo pericoloso. Un lavoro di cui non va fiera, ma che – per via di suo padre e del doloroso segreto che entrambi custodiscono – non può abbandonare. A Logan però non importa di quel che fa Abby per vivere; i suoi occhi sono solo per lei. Logan è bello, atletico, arrogante e imprevedibile. Ma è anche il ragazzo più gentile e leale che Abby conosca. Farebbe qualsiasi cosa per essere più di un amico per lei… Eppure, più i due si avvicinano, più il muro di segreti che li separa sembra farsi invalicabile. Ed è proprio quando la posta in gioco si alza che Abby e Logan dovranno decidere quale mossa fare per vincere la partita più importante di tutte. Quella per il loro amore. Una storia coinvolgente, emozionante e intensa, che solo la penna di Katie McGarry sa regalare.

Cosa Penso:

 Un diciottenne e una diciassettenne. Tutti e due con problemi da adulti. Tutti e due con le capacità emotive di un bambino. Desiderosi di appartenersi a vicenda, e insicuri su come gestire le emozioni. 

Ed eccoci qui arrivati alla conclusione della serie Pushing The Limits, una delle saghe di maggior successo di Katie McGarry, che ha appassionato un vastissimo numero di lettori sia giovanissimi, rispettando il traget a cui questi romanzi sono indirizzati, che i più grandicelli che non disdegnano romanzi young adult ben scritti. 
La McGarry quando si tratta di scrivere romanzi per giovani adulti è senza ombra di dubbio la numero uno, ho letto tutti i libri arrivati in Italia firmati dal suo nome e non mi ha mai delusa. Mai, nemmeno una volta. 
Certo, alcuni dei suoi libri mi sono piaciuti di più e altri un pochino meno, ma nessuno ha mai ricevuto da parte una mia una votazione inferiore alle quattro stelline e il tutto perché lei con estremo talento e maestria riesce a dipingere storie che sanno come emozionare il lettore colpendo le corde più profonde del cuore. Con la serie Pushing The Limits, per esempio, ci ha descritto le vite al limite di adolescenti americani. Ha portato su carta le falle del sistema americano quando si tratta di educazione giovanile, ci ha parlato dei problemi inerenti all’affidamento, di malattie psichiche, di perdite familiari e anche di droghe e malattie, riuscendo a scrivere di tali argomenti con estremo e tatto e delicatezza e al contempo riuscendo comunque a rendere i concetti espressi in maniera estremamente brutale. Talmente brutale che colpiscono il lettore in pieno petto, facendolo riflettere seriamente, perché le sue saranno solo storie inventate e che hanno il solo scopo di intrattenere il lettore, ma mostrano la crudezza di una realtà diversa e lontana da quella ordinaria, ed è impossibile restarne semplicemente indifferenti.
 In Ogni nostro segreto”  abbiamo la possibilità di conoscere meglio due dei personaggi che abbiamo già avuto il piacere di incontrare nei romanzi precedenti: Abby e Logan e sono certa che se avete amato la serie Pushing The Limitsli ricorderete bene e non vedrete l’ora di approfondire su di loro. 
Abby è la migliore amica di Isaiah.
 È una ragazzaccia, una bad girl, con una pessima fama a causa della vita al limite che ha deciso di condurre. Compie azioni decisamente non adatte ad una diciassettenne, svolge un lavoro che tutti  i giorni la espone a rischi che mettono in constante pericolo la sua vita. Non va affatto fiera di quello che fa, ma le sue azioni sono giustificate dal fatto che ha un disperato bisogno di soldi per prendersi, amorevolmente, cura della sua nonna gravemente malata e che adora. 
Spacciare doveva essere solo un mezzo per raggiungere uno scopo, ne avevo bisogno finché non fossi riuscita a trovare un lavoro vero. Un lavoro che pagasse abbastanza per coprire l’impossibile fardello che avevo sulle spalle. Ma quella telefonata, quelle parole… Ci ero dentro fino al collo, e uscire dal giro rischiava di essere impossibile. Il cielo doveva aiutarmi, mi serviva una chance.
Abby sogna una vita normale, come quella di una qualsiasi adolescente. Vorrebbe potersi solo divertire con gli amici e pensare a fare colpo sul ragazzo che le piace, ma lei non può! Non può perché le è stato insegnato che affezionarsi alle persone rende deboli e facili obbiettivi ed inoltre le distrazioni possono costarle caro e per questo deve sempre tenere alta la guardia, deve guardarsi le spalle e non può fare avvicinare troppo nessuno. 
Non può avere amici con cui condividere le sue giornate e anche Logan, il ragazzo carino con i capelli scuri e gli occhi di ebano, deve tenerlo a distanza nonostante l’irrefrenabile attrazione che prova per lui. 
Abby era una spacciatrice.
Io una bomba a orologeria.
Nessuno di noi era stabile o affidabile. Eravamo come tsunami di benzina diretti a una centrale nucleare, e giocare col fuoco continuava a piacerci.
Logan, lo abbiamo incontrato raramente nei libri precedenti, ma ammetto che mi ha incuriosito all’istante. Lui è un vero pazzo, non c’è altro modo per descriverlo. È un ragazzo semplicemente adorabile, di quelli che ti fanno innamorare con un solo sguardo e ti atterrano con una sola battuta, ha un sorriso sfrontato e un bisogno viscerale di sfidare il pericolo.
 C’era qualcosa che non andava nel mio cervello. Un prurito costante sotto pelle, la mente che pulsava, e senza adrenalina mi sembrava di impazzire.
 Le sfide sono il suo pane quotidiano e non esiste scommessa che lui non si batta per vincere, anche se questo significa mettere costantemente a rischio la sua vita. L’adrenalina che gli scorre nel sangue ogni volta che si trova in una situazione al limite lo fa sentire vivo e ha la sensazione di essere invincibile e proprio per questo si caccia costantemente in guai che fanno preoccupare mortalmente i suoi genitori.
 Ma Logan non è solo un ragazzo adorabilmente arrogante che si diverte a vivere costantemente sul filo del rasoio, lui è un ragazzo che nasconde un segreto, un segreto che non vuole assolutamente svelare perché teme che le persone, che i suoi amici, possano guardalo in modo diverso. 

Quando Logan e Abby si trovano a distanza ravvicinata sono uno spettacolo pirotecnico in technicolor, sono attrattissimi l’uno dall’altro ed è evidente dal modo delizioso in cui continuano a sfidarsi con stupide scommesse e sfide divertenti, ma i segreti che entrambi nascondono possono essere un muro invalicabile che mette un freno definitivo ad una storia non ancora sbocciata. 
La posta in gioco è alta, entrambi hanno moltissimo da perdere, ma è giunto il momento di decidere se vincere la partita e la sfida più bella di tutte; quella dell’amore e abbattere così il muro di segreti che li separa. 

Girovagando sul web ho notato che moltissimi lettori di questo libro sono rimasti lievemente delusi perché non hanno trovato tra queste pagine la solita Katie McGarry, ma io personalmente la penso in modo molto diverso. Premetto che ho amato tutta la serie Pushing The Limits, ogni romanzo mi ha donato immense emozioni. Ammetto che i miei preferiti sono, e probabilmente rimarranno sempre, Echo e Noah in “Oltre i limiti” e “Un estate Contro” (Click sui titoli per le mie recensioni), ma non posso negare che anche Beth e Ryan mi abbiano conquistata in “Scommessa d’amore” ( click sul titolo per la mia recensione) e che Isaiah e Rachel in “Una sfida come te” (click sul titolo per la mia recensione) mi abbiano fatto sciogliere come neve al sole. Forse quelli che mi hanno regalato meno emozioni sono West e Haley, non è un caso infatti se “Un cuore bugiardo” (click sul titolo per la mia recensione) è proprio il romanzo che mi ha lasciato meno e quello a cui ho dato il voto più basso di tutta la serie – poi quattro stelline non che sia un punteggio basso. Temevo, comunque, che anche per me questo libro potesse non essere all’altezza dei precedenti, temevo di non sentirmi connessa con i due protagonisti come mi sono sentita connessa agli altri, ma per fortuna le mie paure sono state tutte infondate perché la McGarry è riuscita a regalarmi profonde emozioni con una storia intensa e con due personaggi meravigliosi come Abby e Logan. Due personaggi che mi sono entrati nel cuore e dove rimarranno per tanto, tantissimo, tempo.
Abby è un eroina coraggiosa, una ragazza che dimostra una forza senza pari, ma che dentro in se ha un disperato bisogno d’amore e lo cela al mondo mostrando una maschera di arroganza e sfrontatezza, ma quando Logan – un book boyfriend che tiene testa a Noah Hutchinks – entra con prepotenza nel suo cuore, facendo crollare la maschera che indossa, porta alla luce la vera essenza di Abby ed è a questo punto che non si può far altro che amarli e vivere l’intera durata del romanzo con il fiato sospeso e le viscere in subbuglio per la tensione di quello che potrebbe accadere. 
Ancora una volta la McGarry mi ha emozionata profondamente, mi ha fatto stare ore incollata al kindle, assetata di sapere e con il cuore che pompava a ritmo frenetico nel petto a causa dei numerosi colpi di scena che si susseguono a ritmo serrato e il tutto condito con quella dose di romanticismo che rende tutto più dolce.
A mio avviso, “Ogni nostro segreto” è una conclusione meravigliosa per una serie che ha fatto innamorare un vastissimo numero di lettori, infatti tra queste pagine ci viene data la possibilità di dire addio a tutti i personaggi e proprio questo finale mi ha lasciato con un sorriso idiota stampato sulle labbra.
Il mio voto:







3 commenti:

  1. Echo e Noah sono i migliori in assoluto per me ma devo dire che ho amato molto questa serie e mi dispiace un pò che sia finita, vorrei vedere ancora una volta loro due.
    Questa storia come sai a me non ha convinto del tutto ma lo stile della McGarry lo adoro e anche questa storia è molto bella

    RispondiElimina
  2. Ho letto anche io questo libro e mi è piaciuto anche se meno rispetto a te. La McGarry sa scrivere bene, davvero tanto

    RispondiElimina
  3. Io adoro la McGarry, ma questa storia non mi ha convinta affatto. Continuo a sperare che non sia davvero finita e che ci regali una novella come conclusione definitiva, magari mostrandoci anche i ragazzi del Terrior:)

    RispondiElimina