martedì 18 aprile 2017

RECENSIONE: SENZA FARE RUMORE - ROSA CAMPANILE

Titolo: Non fare rumore

Serie: Sweet surrender#1

Autore: Rosa Campanile

Casa Editrice: Self-Publishing

Prezzo: 0.99 

Pagine:388

TRAMA:
“A te hanno spezzato il cuore. Il mio, invece, l’hanno preso e portato via con la forza.” 

Bastano cinque parole pronunciate dalla donna che credeva di amare per far sì che la vita di Tyler Keyes venga stravolta e il suo cuore si spezzi in due.
La stessa notte, ma a settecento miglia di distanza, la parte migliore della vita di April Holland scompare per sempre per colpa di una tragica fatalità.
Alla ricerca di una nuova prospettiva di sé, Tyler parte in un viaggio on the road per alcuni mesi. April, invece, nel tentativo di colmare il vuoto che sente dentro, volta pagina nel modo più sbagliato possibile.
Il caso farà incrociare le strade dei due ragazzi, e complice un’attrazione a cui è difficile resistere, Tyler e April si legano l’uno all’altra. Ma il destino non ha ancora terminato con loro. Qualcosa che non si aspettano accadrà. Qualcosa che li porterà a realizzare che non c'è resa più dolce di quella dell'amore.



Cosa Penso:

Rosa Campanile è l’amministratrice del lit-blog Briciole di Parole che dispensa utili consigli librosi con le sue recensioni, ma non è solo questo perché Rosa è anche un autrice italiana al suo secondo romanzo. Dopo il brillante esordio con “Die Love Rise” un romance apocalittico, che non ho ancora letto ma che è già nella TBR (To be read) del mese prossimo, si è data al romance nel senso più rosa del termine dando vita a “Non fare rumore” un romanzo auto-conclusivo appartenetene alla serie Sweet Surrender. E io da amante di questo genere non potevo proprio ignorare questa uscita e passare oltre come se nulla fosse, quindi dopo aver dato uno sguardo alle recensioni più che positive mi sono decisa ad acquistarlo e ovviamente, non me ne sono affatto pentita!

I protagonisti e voci narranti di questo primo romanzo sono April Holland e Tyler Keyes e ci raccontano la loro storia a pov alterni.
 April e Tyler non si conoscono, vivono a settecento miglia di distanza l’uno dall’altro, ma la stessa sera di ottobre il destino crudele e beffardo si abbatte sulle loro vite modificandole radicalmente. Entrambi anche se in modi diversi, la stessa sera di ottobre, perdono qualcuno di estremamente importante e da quel giorno più nulla è come prima. Le vite di entrambi si spezzano schiacciate sotto il bruciante peso della perdita di qualcuno che si ama.
Un terribile incidente porta via ad April il suo adorato fratello maggiore, Adam. Adam per lei non era solo un fratello, ma anche un amico, un compagno di avventure. Era la sua spalla da quando era solo una bambina, e non riesce ad immaginare una vita senza di lui.
Da quella terribile sera di ottobre tutto il mondo di April cambia radicalmente, non riesce più ad essere la stessa persona che era un tempo. Prima della morte di Adam era la classica brava ragazza, la sua vita era divisa equamente tra la sua famiglia, gli amici e l’università su cui stava investendo per costruire il suo solido futuro. Ma ora per lei niente ha più senso.
Da brava ragazza diventa una ribelle, il suo aspetto un tempo curato e grazioso si trasforma; i lungi capelli biondi vengono tagliati in modo disordinato e irregolare e la sua pelle linda e pulita viene solcata da spesse linee colorate di inchiostro. Allontana la sua famiglia, gli amici e persino il ragazzo che ha sempre voluto che dimostra un sincero interesse nei suoi confronti.
Boston, la città dove è cresciuta, le sta stretta e sente il bisogno di allontanarsi mettendo chilometri di distanza.
Anche Tyler ha subito una perdita, forse non così grave come quella di April, ma anche lui ne soffre terribilmente. La ragazza con la quale stava da sette lunghi anni lo ha lasciato all’improvviso, nessun accenno di crisi che potesse fargli intuire quello che stava per accadere, nessuna spiegazione, solo un “io non ti amo più” detto in maniera frettolosa come giustificazione, cinque paroline che hanno stravolto radicalmente tutta la sua vita spezzandogli irrimediabilmente il cuore.
Tyler, proprio come April, non è più lo stesso. La sua ex-ragazza non solo gli ha spezzato il cuore, ma gli ha anche fatto perdere fiducia, la fiducia negli altri e soprattutto la fiducia nell’amore.
Tyler ha smesso di credere nell’amore, che per lui ora è solo un grosso inganno che serve per ferire.
Io non sarei tornato ad amare, punto. Perché un cuore spezzato non può tornare intero. E difficilmente un cuore spezzato ama come la prima volta. Senza paure e limiti, non importa quanto tempo passi o le innumerevoli cure a cui vieni sottoposto.
Dopo tutto quello che avevo passato, l’amore non faceva per me. 

La rottura lo ha distrutto e devastato e a nulla servono le parole di conforto di Emma, la sorella che lo ha cresciuto come se fosse un figlio, o le serate di rimorchio insieme al suo migliore amico, Jax, fermamente convinto che del buon sesso possa risollevare il morale a chiunque.
Tyler ha bisogno di andare alla ricerca del nuovo se stesso, deve partire per un viaggio on the road da solo con i suoi pensieri.
In un momento delicato delle loro vite, il destino – che con loro ha giocato duramente – forse per scusarsi delle terribili esperienze che gli ha fatto passare li mette sulla stessa strada, facendo incrociare le loro vite.
La relazione che si instaura tra di loro cresce poco alla volta, inizialmente sono semplici amici che hanno in comune una forte sofferenza alle spalle, poi complice un attrazione irresistibile diventano qualcosa di più, ma senza impegno perché nessuno dei due vuole impegnarsi in una relazione sentimentale. Ma l’amore quando arriva non chiede il permesso, è silenzioso e senza fare rumore si insinua nei loro cuori trasformando il loro rapporto in qualcosa di più intenso, profondo e semplicemente bellissimo.
 Ty mi era entrato nel cuore in punta di piedi e senza fare alcun rumore. Piano, sorriso dopo sorriso, bacio dopo bacio. C'era stato per me quando avevo bisogno di conforto. Mi supportava, mi faceva ridere, mi tranquillizzava quando ero inquieta. Più imparavo a conoscerlo nei suoi pregi e difetti, più lo volevo per me sola. Tra di noi c'era molto di più di una semplice relazione tra amici di letto. 
Senza far rumore” è un romance puro e semplice, un così detto romance contemporaneo, ma credo che per l’età dei protagonisti e per quello che sono costretti ad affrontare possa, tranquillamente, essere inserito nella categoria dei new adult. Se seguite il mio blog e le mie recensioni sono certa che avrete notato quanto adori questo genere, che è in assoluto il mio preferito. E non è di certo un caso se ho adorato il romanzo di Rosa perché contiene tutto ciò che sono solita cercare in un buon romanceIo adoro le storie struggenti, quelle storie dolorose dove l’amore ad un certo punto trionfa e guarisce tutte le ferite del cuore, e qui c’è proprio tutto questo.
Senza far rumoremiscela perfettamente sofferenza e amore e il risultato è una storia capace di toccare le corde più profonde del cuore del lettore emozionandolo profondamente.

Rosa ha uno stile di scrittura estremamente semplice e curato, ma allo stesso tempo è profondo in quanto è bravissima a descrivere le emozioni che stravolgono i personaggi e riesce a trasmetterle in modo chiaro anche al lettore che non può far altro che lasciarsi investire dal dolore proprio come fanno Aprile e Tyler.
I personaggi che incontriamo nella storia sono descritti nel dettaglio, sia caratterialmente che fisicamente, ed è facile immaginarseli nella mente. Sono così veri e reali che sembrano prendere vita tra le pagine, e vi garantisco che è impossibile non affezionarsi a tutti loro. 
I protagonisti principali sono favolosi. 
La sofferenza di April è tangibile e il suo modo di reagire al dolore, all’inizio del libro, fa male. Anche se ha avuto una fase di ribellione in cui si è trasformata in una ragazzaccia, in realtà è dolce ed estremamente sensibile.
Tyler non è il classico ragazzo di cui sono solita innamorarmi in un libro. Io vado matta per i bad boy, i ragazzi ribelli e cattivi e lui è l’esatto opposto. È il classico bravo ragazzo quello che – prima che la sua ex gli spezzasse il cuore – credeva nell’amore e non passava il suo tempo a saltare di letto in letto, come invece fa Jax – il suo migliore amico.
Tyler è dolce e sensibile e ha, inesorabilmente, conquistato il mio cuore.
I personaggi secondari sono adorabili come quelli principali e morirete dalla voglia di saperne di più su di loro. Io personalmente non vedo l’ora di conoscere meglio Kurt e Jax, se Rosa scriverà un romanzo su di loro sono certa che ne vedremo delle belle.

Senza far rumore” è uno di quei romanzi che una volta iniziato è davvero difficile staccarsi dalle pagine e anche se  ho trovato i primissimi capitolo un pò lenti, poi la storia entra nel vivo e tutto diventa super avvincente e attraente. E il finale? Mio Dio, lo adorerete! Mi ha lasciata senza fiato e con un enorme sorriso stampato sulle labbra!
Personalmente mi sento di consigliare questo libro, soprattutto se amate quelle storie dove il destino ci mette lo zampino per sconvolgere e scombussolare le vite dei protagonisti.
Il mio voto:

8 commenti:

  1. Frency, bellissima recensione e condivido ogni singola parola. Questa storia mi ha catturata tantissimo e mi ha fatto emozionare come poche autrici riescono a fare. Davvero bello. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, ho letto la tua recensione stamattina e come sempre il nostro pensiero è similissimo! Non avevo mai letto niente di Rosa prima d'ora, ma ora voglio leggere assolutamente il suo primo romanzo, non sono una fan dei romanzi apocalittici, ma ne ho sentito parlare bene e sono davvero curiosa!!

      Elimina
  2. Bellissima recensione!
    Sembra proprio il genere di romanzo che piace a me...
    Lo leggerò sicuramente!
    Buon inizio settimana!
    Un bacio grande!

    Nuovo post sul mio blog!
    Se ti va ti aspetto da me!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benedetta, se ami i romance a sfondo new adult questo è un must read ;)

      Elimina
  3. Ciao Frency,
    ho avuto il piacere di leggere Rosa nell'altro libro e anche se non era del mio genere mi è piaciuta lo stesso, questo forse potrebbe piacermi di più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, se conosco un pò i tuoi gusti, e credo di conoscerli siccome amiamo gli stessi libri sono certa che questo lo adorerai ;)

      Elimina
  4. Grazie davvero di cuore per questa recensione bellissima, Frency! Sono felice di averti convinta e che Ty e Ap ti abbiano conquistata, soprattutto sapendo quanto adori il genere :3 E comunque quella con un enorme sorriso stampato sulle labbra sono io adesso! :D Grazie, grazie, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa,
      sono felice che la recensione ti sia piaciuta. il tuo libri è stato davvero emozionate, vengo da un periodo in cui faccio fatica a trovare libri che mi prendano e adoro quando autrici italiane mi toccano il cuore!
      Aspetto il prossimo della serie... sono curiosissima ♥

      Elimina