giovedì 15 febbraio 2018

RECENSIONE: SWEET. UNA DOLCE CONQUISTA - J. DANIELS


Titolo: Sweet - una dolce conquista

Serie: Sweet Addiction#1

Autrice: J. Daniels

Casa Editrice: Always Publishing

Data di pubblicazione: 25 gennaio

Pagine:280
TRAMA:

Cosa succede quando una pasticciera tutto pepe incrocia sul suo cammino il contabile più sexy di tutta Chicago? 
Le scappatelle ai matrimoni non portano mai a nulla di buono, soprattutto se il matrimonio è quello di un ex-fidanzato. Chi indugia in questo vizioso passatempo conosce le regole. Entra. Rimorchia. Esci. 
Nessuna aspettativa di una relazione. Solo sconcio sesso da matrimonio. 
Dylan Sparks conosce il protocollo. E anche se sperimenta il miglior sesso della sua vita con un perfetto sconosciuto mortalmente affascinante, è assolutamente decisa a mettere la parola fine alla loro avventura insieme con la serata. 
Quello che Dylan non immagina è che a Reese Carrol delle regole non importa nulla. Lui vuole più che una sola notte, e sa di essere troppo irresistibile perché Dylan si lasci sfuggire quest'occasione. 
Reese non vorrebbe mai lasciarla andare. Dylan è decisa a proteggere il suo cuore.
Chi avrà la meglio in questa dolce dipendenza, combattuta a colpi di ironiche battaglie e tregue bollenti?


Cosa Penso: 

Sweet. Una dolce conquista” è il primo capitolo della serie Sweet Addiction di J. Daniels. Prima di partire con la mia recensione del romanzo, premetto che io non sono una fan sfegatata dei romanzi erotici. Certo, da divoratrice insaziabile di romance quale sono ne ho letti diversi e devo ammettere che in alcuni casi le dettagliate e minuziose descrizioni dei numerosi amplessi mi annoiano mortalmente e anziché deliziarmi mi ritrovo a sbuffare stizzita, altre volte invece mi stupiscono piacevolmente ed è proprio il caso di dire che, fortunatamente, “Sweet. Una dolce conquista” appartiene proprio a questa seconda categoria. E se questo romanzo è stato tanto piacevole il merito è tutto di uno stile di scrittura frizzante ed irriverente. La Daniels, infatti, ha dato vita ad una storia piccante e umoristica che è riuscita a coinvolgermi al punto da farmi divorare le pagine una dopo l’altra.
Il romanzo è narrato interamente dalla protagonista femminile che ci racconta di come al matrimonio del suo ex ragazzo si trova a condividere momenti di pura passione bollente con un perfetto sconosciuto durante il ricevimento nuziale.

Sto davvero per fare sconcio sesso da matrimonio con il ragazzo più sexy del pianeta. Mi batto metaforicamente il cinque da sola mentre ci muoviamo velocemente tra gli invitati.
Lei è Dylan Sparks, una giovane pasticcera tutto pepe che costretta a presenziare al matrimonio del suo ex fidanzato traditore, si lascia andare ad una scappatella con Reese Carroll, contabile trentenne, sexy da morire con quegli occhi verdi e penetranti e degli adorabili capelli spettinati ad arte.
Dylan conosce bene il protocollo del sesso occasionale e sa perfettamente che una scappatella da una botta e via deve essere un episodio isolato, anche se quello condiviso con quel fascinoso sconosciuto è il sesso migliore che abbia mai fatto è più che decisa a mettere la parola fine alla loro avventura insieme con la serata. Ma Dylan non ha fatto i conti con Reese e a lui del protocollo non importa proprio nulla, anche se è un casanova impenitente che salta di letto in letto con una potente ed invalidante  allergia alle relazioni stabili, non ha nessuna intenzione di lasciare andare quella ragazza.
«É solo, lo so che questo è solo sesso e niente di più, ma non andrò a letto con nessun altro a parte te». Sto parlando così veloce che non sono sicura stia afferrando qualcosa di quello che dico.
E questa da dove cavolo mi è uscita?
«Vorrei che fosse una cosa monogamente occasionale o occasionalmente monogama. Cazzo, ma si può dire? Non lo so. Non dobbiamo farlo per forza. Voglio dire, se vuoi andare con altre donne, allora va bene. Ma se non…»
«Dylan».
«Mi dispiace». Mi copro la faccia e mi sento totalmente mortificata, ma non mi fermo. È come se vomitassi parole, a questo punto. «È solo… voglio sentirti. Solo tu. Non l’ho mai fatto senza un preservativo prima e sono pulita. Sono stata con un solo altro ragazzo e abbiamo sempre usato una protezione. E prendo la pillola da anni».
Maledizione, sono un’idiota.


Ed è così che quella che doveva essere una scappatella isolata si trasforma in un relazione occasionalmente monogama, dove teoricamente il cuore deve restare fuori dagli schemi di gioco. Ma per quanto Dylan cerchi di proteggere il suo di cuore è davvero un ardua impresa non innamorarsi di quel casanova sexy che sa perfettamente quali tasti pigiare per corteggiare e proteggere una donna. 

Se c’è una cosa che ho davvero adorato di questo libro sono i personaggi, tutti. Sia quelli principali che quelli secondari.
Dylan Sparks protagonista femminile e voce narrante è una di quei personaggi a cui ci si affeziona facilmente. È una ragazza di ventisei anni che ama follemente il suo lavoro: creare torte deliziose  sia per gli occhi che per il palato è la sua vera passione, ma non ama solo questo ama parecchio anche il sesso e le appendici maschili, ma non commettete l’errore di pensare che sia una mangiatrice di uomini, infatti, Dylan decide di buttarsi sulle relazioni occasionali solo dopo essere stata ferita dal suo ex ragazzo. Dopo il tradimento che le è stato inferto, ha deciso di non lasciarsi più coinvolgere sentimentalmente da un uomo perché questo è il solo modo per proteggere il cuore dalle delusioni, ma la verità è che non ne è affatto capace e per quanto cerchi disperatamente di mettere dei paletti nella sua relazione, occasionalmente monogama, con Reese finisce per provare qualcosa di forte per lui.
Dylan mi è piaciuta tanto, è un personaggio dolce ed estremamente simpatico, ha un caratterino tutto pepe che mi ha fatto sorridere a profusione durante i siparietti comici e divertenti con il suoi migliori amici – Juls la wedding planner e Joy l’ amico gay che tutte vorremmo avere – ma soprattutto ho adorato quando emergeva il suo lato un po’ pervertito nelle situazioni più bollenti con il suo sexy contabile.
«Se pensi anche per un solo secondo che potrei restare in questa stanza con te, con l’aspetto che hai adesso, senza avvolgerti le labbra intorno, sei pazzo».
Le sue mani mi afferrano il viso e si china sui miei capelli, accarezzandomi l’orecchio. «Pervertita. Adoro quella tua boccaccia sconcia».

Reese Carroll, purtroppo lo conosciamo solo tramite la descrizione di Dylan, dico purtroppo
perché avrei adorato se ci fosse stato anche qualche capitolo narrato da lui, ma tutto ciò non ha impedito di farmi innamorare del contabile più sexy ed irriverente di tutta Chicago.  E leggere per credere, perché sono certa al 100% che Reese, il ragazzo che odia le ragazze appiccicose e che le lascia appena loro voglio di più di quanto lui sia disposto a concedere, è in realtà un amante attento e premuroso. Un uomo estremamente dolce che conquista a colpi di fascino magnetico e un dirty talking irresistibile e che riesce a far capitolare anche una ragazza affatto incline a lasciarsi andare ad una relazione sentimentale.

Sweet. Una dolce conquista” è un romance erotico e come sono certa potrete intuire, le scene di sesso sono numerose e anche se non sono una amante dei romanzi di questo tipo, ammetto di essermi sciolta come neve al sole nelle scene più bollenti perchè Dylan e Reese fanno scintille ed è semplicemente impossibile non lasciarsi coinvolgere da un romanzo che si legge tutto d’un fiato e che e è delizioso come una torta appena sfornata e piccante come un cioccolatino con un ripieno al peperoncino. Se quindi, vi state chiedendo se vi consiglio la lettura di questa storia, la mia risposta è sì. Dovete leggerla; se amate il genere erotico lo adorerete, se invece come me preferite altre tiplogie di romance sono certa che vi stupirà piacevolmente. 
Il mio voto:



4 commenti:

  1. Oh, mi hai fatto venire voglia di leggerlo! :o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, io l'ho trovata una lettura deliziosa.

      Elimina
  2. Ciao Frency.
    Non so perchè ma a me invece questo romanzo ispira poco, lo metterò nella lista dei forse. Brava come sempre nell'analizzare la storia e il libro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy,
      ero un pò scettica perchè non amo molto il genere erotico, ma alla fine mi è piaciuto, anche se credo che non sia molto il tuo genere.

      Elimina